close

Vino Franciacorta. Tutto quello che c’è da sapere

Tutto quello che c’è da sapere sul

vino Franciacorta

Insieme al Marsala e l’asti, il vino Franciacorta è il solo vino italiano a cui la Ue riconosce la possibilità di indicazione in assenza di ulteriori termini qualificati. Questo spumante è a denominazione di origine controllata e garantita.

Il territorio di produzione

Viene prodotto nei territori di Provaglio d’Iseo, Di Monticelli Brusati, di Corte Franca, di Erbusco, di Cazzago San Martino, di Rodengo Saiano, di paderno Franciacorta e di Coccaglio, in provincia di Brescia.

Ma come si produce questa eccellenza del nostro Paese? Prima di tutto escludendo i terreni che si trovano a più di 55o metri sul livello del mare, ma anche quelli di pianura, quelli poco soleggiati e quelli caratterizzati da un alto livello di umidità.

Come si produce

Tutte le operazioni vanno eseguite nei territori comunali della zona di produzione, e la sola forma di allevamento permessa è quella a spalliera semplice. E’ proibita la filtrazione, il che vuol dire che è solo attraverso la sboccatura che si può effetturare la separazione del deposito.

Dal punto di vista geografico, la Franciacorta è vicina alla pianura, una posizione che si concretizza nelle frequenti inversioni termiche e nel regime di brezza. La regione mesoclimatica insubrica presenta alcuni tratti peculiari del clima mediterraneo mentre la prossimità del lago di Iseo agisce da volano termico, riducendo il rischio di gelate e condizionando in modo evidente il regime dei venti.

Tipologie di vino Franciacorta

Sono tre le versioni di spumante che sono previste dal disciplinare della denominazione di origine controllata e garantita: si tratta del satèn, del rosé e del bianco.

Il disciplinare prevede un sapore armonico, fine, fresco, sapido, con un livello di acidità totale che non può essere inferiore al 5.5 per mille. Il bouquet è proprio della fermentazione in bottiglia, con un odore composito e ampio.

I vitigni sono il Pinot Nero, lo Chardonnay e il Pinot Bianco. Il satèn, in particolare, è una versione speciale, unica al mondo. In passato veniva definita cremànt, in virtù della ridotta produzione di anidride carbonica. In effetti, la sensazione che si sperimenta al palato è quella di una maggiore rotondità e di una morbidezza superiore alla norma, quasi setosa.

Dove trovarlo

Come si può verificare facendo acquisti di qualsiasi enoteca online di Franciacorta, in tutti i Franciacorta è previsto l’obbligo di indicare l’anno della sboccatura sull’etichetta posteriore, anche se diversi produttori riportano perfino il momento del tiraggio.

Tags : consiglie-shopfine livingshopping onlinevinovino Franciacorta
AtrendyExperience

The author AtrendyExperience

A Trendy Experience è il blogmag realizzato da Angelica e Sheila, blogger, webeditor, freelance appassionate di lettura e fotografia. La nostra Mission è quella di portare nelle famiglie italiane tanti consigli e novità di tendenza!

11 commenti

  1. Anche se non bevo vino, è stato comunque interessante saperne di più sulla produzione di questo bianco così famoso! 🙂

  2. Il Franciacorta è uno spumante prestigioso, che nulla ha da invidiare agli champagne francesi. Non sapevo i dettagli sulla sua produzione, interessanti

Leave a Response

*

Ho letto e acconsento alla Privacy Policy

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: