close

Come funziona un elettroporatore

Come funziona un elettroporatore

Un elettroporatore è un macchinario estetico che viene utilizzato con lo scopo di favorire la tonificazione muscolare e di contrastare il rilassamento cutaneo.

Questo apparecchio è utilizzato per combattere le smagliature e la cellulite e grazie alla tecnologia si può beneficiare di una significativa azione sgonfiante.

L’elettroporatore ha molteplici scopi ed è usato anche per il rassodamento del seno, per migliorare il linfodrenaggio, per rimodellare parti del corpo troppo rilassate, per rassodare i glutei e per intervenire su adiposità localizzate.

Ma in che cosa consiste il trattamento che viene applicato?

Sulla porzione di pelle che deve essere trattata viene passato un manipolo a roller che è collegato con un flacone di cosmetico. Quest’ultimo viene fatto penetrare nella pelle attraverso un campo elettrico a micro corrente.

La sostanza viene attirata dal tessuto proprio grazie al campo: il trattamento dura poco meno di un’ora, e prevede – almeno per i primi tempi – un paio di sedute alla settimana.

In linea di massima ogni ciclo si compone di quattro, sei o otto sedute. Ovviamente molto dipende dall’entità del problema che deve essere corretto, dalla qualità dell’inestetismo e dall’ampiezza della zona.

In quanto tempo si hanno i primi risultati?

Di certo, già dopo i primi trattamenti si può riscontrare un miglioramento della situazione.  E’ evidente un cambiamento del tono e della luminosità della pelle, la quale appare ringiovanita.

Una volta concluso il primo ciclo c’è bisogno di una seduta di mantenimento al mese.

L’elasticità cutanea viene migliorata in modo significativo: con il tempo si può dire gradualmente addio alla classica pelle a buccia di arancia, in virtù di tessuti più tonici.

Quali sono le zone del corpo da trattare?

Questo tipo di trattamento, comunque, oltre che sulle gambe e sui glutei può essere applicato anche sul viso. Il procedimento è sempre lo stesso, e permette di contrastare le borse sotto gli occhi, di attenuare le discromie cutanee (cioè le classiche macchie sulla pelle che compaiono con l’invecchiamento) e di rallentare l’apparizione delle rughe.

Anche una pelle che porta i segni dell’azione dei raggi UV e del tempo può trarre beneficio dall’elettroporazione, la quale può essere abbinata anche alla jontoforesi. Essa può essere considerata un’evoluzione della ionoforesi, e prevede una modulazione della corrente con inversioni di polarità per rendere più luminosa la pelle.

Non è superfluo sottolineare l’importanza di affidarsi a professionisti del settore di comprovata esperienza, per ottenere risultati duraturi.

 
Tags : #beautytipsbeautybenesserecome si usaelettroporatoreelettroporazionetrattamentotrattamento di bellezza
AtrendyExperience

The author AtrendyExperience

A Trendy Experience è il blogmag realizzato da Angelica e Sheila, blogger, webeditor, freelance appassionate di lettura e fotografia. La nostra Mission è quella di suggerire tanti consigli e novità di tendenza!

17 commenti

  1. Questo post mi ha aperto un mondo, non conoscevo questa possibilità. Un trattamento, quello dell’elettroporatore che fa al caso mio !! Chissà se vicino casa trovo qualcosa

     
  2. Non conoscevo questo tipo di trattamento nello specifico, mi hai proprio incuriosita, mi piacerebbe provare

     
  3. Un trattamento davvero innovativo. Sono certa che con costanza e abbinando un’ alimentazione sana, si possono ottenere grandi risultati. Grazie del consiglio, non ne ero a conoscenza.

     
  4. sai che non sapevo proprio cosa fosse questo elettroporatore prima di leggere il tuo articolo?….. davvero interessante

     
  5. Non conoscevo questo tipo di trattamento per il nostro corpo,e per i problemi che abbiamo.
    Grazie per queste informazioni che non conosvevo.

     
  6. Mamma mia, mi hai aperto un mondo! Sapessi quanto ne avrei bisogno! La mia pelle ormai sta diventando flaccida (ti assicuro che è proprio il termine che usa mia figlia per prendermi in giro) e sono piena di cellulite. Mi informo meglio e poi vengo a ringraziarti di persona ;)m

     
  7. Ah non conoscevo questi due metodi… credo che siano fantastici! Certo, sempre affidarsi a mani esperte, ci mancherebbe!

     
  8. Se devo essere sincera non conoscevo questo tipo di trattamento, lo trovo molto interessante e molto utile! Comunque hai ragione tu, bisogna sempre affidarsi a professionisti ed esperti! 🙂 baciii

     
  9. Sai che non conoscevo questo macchinario? Trovo interessante che si possa usare anche per rassodare altre parti del corpo oltre che le gambe

     

Leave a Response

*

Ho letto e acconsento alla Privacy Policy

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: