Un anno all’estero: un anno che non dimenticherai

Che cosa s’intende per anno all’estero?

Di sicuro avrete già sentito parlare di anno scolastico all’estero. Ebbene sì, è l’esperienza ideale per i nostri ragazzi, sempre più intraprendenti e desiderosi di scoprire il mondo.

Sempre più studenti delle scuole superiori italiane scelgono infatti, ogni anno, di frequentare un periodo scolastico in un altro Paese, e partire per il quarto anno all’estero.

Questa esperienza rappresenta una vera e propria svolta per il loro percorso scolastico.

Studiare per un anno scolastico in un altro Paese significa potersi confrontare con un nuovo metodo didattico, parlare la lingua del posto 24 ore al giorno, partecipare a numerose attività e iniziative organizzate dalle scuole locali, sport, club e associazioni di studenti.

Cosa prevede un anno scolastico all’estero?

Durante l’anno all’estero, è possibile frequentare una scuola superiore o liceo, la famosa High School, privata o pubblica che segue il programma del sistema scolastico del Paese ospitante.

Il bello delle high school è che ospitano sia studenti locali che studenti internazionali Exchange. Ecco perché è proprio durante questo soggiorno studio all’estero che si fa amicizia sia con i ragazzi del luogo che con altri provenienti un po’ da ogni parte del mondo.

Quanto dura e quando si parte?

In realtà il termine anno è generico, perché i ragazzi possono trascorrere anche un periodo inferiore, come 9 mesi (la durata di un effettivo anno all’estero), un semestre o un trimestre.

L’età consigliabile per poter partecipare a questo programma di studio all’estero è in genere tra i 14 e i 18 anni. La maggior parte degli studenti sceglie di partire per il quarto anno di scuola superiore, tuttavia è possibile anche partire prima. Bisogna ricordarsi che le selezioni vengono effettuate diversi mesi prima, generalmente entro aprile di ogni anno scolastico precedente alla partenza.

Dove studiare?

Tra i Paesi più “gettonati” ci sono senza dubbio: Inghilterra, Stati Uniti, Canada e Australia. Molti richiesti sono anche Irlanda, Francia, Spagna e Germania. Gli studenti interessati possono lasciarsi ispirare dalle diverse mete possibili e cominciare a pianificare il loro anno all’estero con largo anticipo.

Le città dove vivere al meglio questa esperienza sono: Londra, Parigi, Berlino o, per i più temerari, che vogliono varcare l’Oceano, ci sono New York, Boston, Miami, Los Angeles, Vancouver e Sydney. In ogni città sarà possibile scoprire la vivacità della cultura del Paese ospitante, conoscere gli abitanti del luogo e le loro tradizioni, usi e costumi.

Una casa lontano da casa

In genere ci sono due tipologie di alloggio previste: in famiglia ospitante o in college privato. Entrambe le soluzioni permettono allo studente di immergersi in una nuova realtà, di praticare la lingua a 360 gradi, incontrare ragazzi, coetanei e non, di ogni nazionalità.

Nella vita in college viene dato molto spazio ad attività di svago e intrattenimento e allo sport. Molti college, specialmente americani, sono dotati di campi sportivi all’aperto per tornei di calcio, football ecc., ma anche spazi sportivi per gli indoor sports, piscina, all’aperto o al chiuso, palestra per allenarti, aule magne per corsi di ballo, musica o teatro.

La finalità del college come struttura scolastica ospitante, è proprio quella di essere fatto a misura di studente e offrirgli una serie di servizi in modo da farlo sentire come a casa.

Tuttavia, anche la vita in famiglia ha molti vantaggi, e offre innumerevoli opportunità. Di certo è tutt’altro che noiosa. Vivere per un anno all’estero in famiglia come exchange student è l’occasione per una vera e propria full-immersion nello stile di vita e nelle abitudini del Paese ospitante. Offre quindi un’esperienza linguistica senza precedenti. Di sicuro, vivere in famiglia per 3,6, o 9 mesi è un’occasione da cogliere se si mira a diventare bilingue. Le famiglie ospitanti sono famiglie selezionate con cura e con anni di esperienza nell’ospitalità di studenti stranieri.

L’anno all’estero è valido al rientro in Italia?

Se sorgono dubbi sulla validità dell’anno all’estero per la scuola italiana, non c’è da preoccuparsi!

Come esperienza di studio all’estero, quella del quarto anno all’estero è ufficialmente riconosciuta dal MIUR Italiano.

Per essere riammessi in Italia, la durata massima della frequenza all’estero è di un anno scolastico, ed esso va completato prima dell’inizio del nuovo anno scolastico italiano.

Inoltre, ormai da molti anni un numero sempre crescente di studenti italiani decide di concludere la scuola superiore all’estero, conseguendo il diploma di maturità nella scuola del Paese ospitante. Questo trend è regolamentato da specifiche normative Miur per il riconoscimento del diploma di scuola superiore conseguito all’estero.

Diplomarsi all’estero rappresenta un vantaggio soprattutto per gli studenti che desiderano proseguire il ciclo di studi (università o altri corsi di formazione) in un Paese straniero, dopo la maturità.

Perché scegliere un anno scolastico all’estero?

Anno all’estero” è sinonimo di crescita e intraprendenza, in quanto è un’esperienza che rende più consapevoli della diversità e della bellezza che c’è nel mondo. Non si tratta solo di un percorso didattico ma di un vero percorso di crescita.

È senz’altro una full-immersion autentica di cui fare tesoro, non solo come esperienza linguistica ma anche culturale, che arricchisce e non si dimentica.

La si fa in un anno, ma la si ricorda per sempre. Gli studenti che rientrano dopo questa trendy experience ne sono davvero entusiasti.

L’anno all’estero permette di conoscere da vicino un metodo di studio e sistema scolastico diverso da quello italiano, seguendo materie nuove.

Si tratta quindi di un’importante occasione per avere le idee più chiare su cosa fare una volta terminate le scuole superiori; grazie all’ampia scelta dell’offerta formativa di molte scuole estere, specialmente le high school di sistema anglosassone, Stati Uniti e Canada in testa, si possono studiare materie nuove e mai provate prima in Italia.

Tutto questo aiuta agli studenti partecipanti di crescere e rafforzare la propria personalità: vivere all’estero è una vera sfida, e richiede tenacia, entusiasmo e una buona dose di grinta e determinazione.

L’anno all’estero ti cambia la vita, quasi come in After. Non sognare il tuo anno all’estero, comincia ora a progettarlo!

Tags : #trendytipsconsigliscuolastudentiviaggiviaggio studio
AtrendyExperience

The author AtrendyExperience

A Trendy Experience è il blogmag realizzato da Angelica e Sheila, blogger, webeditor, freelance appassionate di lettura e fotografia. La nostra Mission è quella di suggerire tanti consigli e novità di tendenza!

Lascia un commento / Leave a Response