Kalanchoe, calancola, come coltivarla e curarla per farla vivere tutto l’anno.

la mia Kalanchoe

I fiori con la loro presenza colorano e trasformano un ambiente e lo rendono armonico e sereno. Il problema è scegliere le piante giuste, che durino a lungo e che siano facili da conservare come la bellissima Kalanchoe, Calancola. Ecco tutti i nostri consigli sull’irrigazione, posizione, concime e potatura per farla vivere tutto l’anno e non solo!

Kalanchoe consigli su irrigazione potatura e come curarla a casa e in giardino

Origini della Kalanchoe

La Kalanchoe blossfeldiana è una piccola pianta succulenta usata per decorare gli ambienti grazie all’eleganza delle sue foglie e ai fiorellini variopinti. Proviene dalle zone tropicali e subtropicali dell’Asia e dell’Africa e appartiene alla famiglia delle Crassulacee.

Dove posizionare la Calancola

Kalanchoe consigli per averla sempre bella
Kalanchoe dove posizionarla

La Kalanchoe è una pianta perenne ed essendo una pianta grassa resiste alla siccità e al caldo. Per questo motivo è perfetta in casa come in giardino.

E’ possibile esporre al sole la calancola perché non è soggetta a bruciature ma è preferibile variare l’esposizione in base alle stagioni.

In giardino

In primavera estate è bene posizionarla a est o ovest in una zona in a mezz’ombra soprattutto per chi vive in una zona particolarmente calda mentre nei mesi freddi è preferibile ripararla dai venti e posizionarla a sud. Per chi può, nel periodo freddo è meglio portarla in casa o in una serra.

In casa

La Calancola non ama l’umidità quindi se la casa è molto umida non è molto ospitale. La pianta ama la luce ma è sempre meglio evitare un’esposizione diretta alla luce del sole soprattutto nei giorni troppo caldi. Da preferire quindi una zona ben illuminata e non soggetta a spifferi d’aria o refoli di aria condizionata.

La Kalanchoe soffre il freddo e sotto i 10 gradi è meglio spostare la piantina in un ambiente più caldo e riparato. Sotto i 5 gradi la piantina muore.

Irrigazione

Questa pianta succulenta non ha bisogno di molta acqua per questo va innaffiata ogni due giorni o quando il terreno è completamente asciutto in estate. In inverno rallentare l’irrigazione ed effettuarla ogni sette dieci giorni.

La calancola essendo una pianta grassa teme i ristagni idrici per questo motivo è importante che il terreno sia ricco di torba e ben drenato. Per favorire una perfetta irrigazione è necessario integrare il terriccio per piante grasse con ghiaia e sabbia di fiume per aumentare la forza drenante del substrato.

Concimazione

Per chi vuole mantenere la bellezza di questa pianta ornamentale è consigliabile usare un fertilizzante per piante fiorite da effettuare due volte al mese dimezzando le dosi consigliate del prodotto usato. In inverno non va concimata.

Fioritura

La Calancola fiorisce all’inizio della primavera e per chi vuole farla fiorire in modo armonico bisogna tenerla almeno 14 ore al buio completo ogni giorno. In questo modo la pianta sarà in grado di produrre i fiori.

Rinvaso

La Kalanchoe è una pianta che necessita il rinvaso annuale al termine della fioritura. Consigliamo il terriccio per piante grasse, come il terriccio per cactus a cui aggiungere ghiaia e sabbia di fiume o argilla espansa.

Potatura

La Calancola cresce fino a raggiungere i trenta centimetri di altezza. La crescita dei rami non sempre è armonica e nei mesi caldi la sua forma tenderà ad essere un po’ selvaggia e non bella e armonica come quando acquistata. Per questo motivo il momento della potatura diventa indispensabile per ridare una bella forma alla pianta, eliminare le foglie secche e allo stesso tempo eliminare le eventuali malattie.

Problemi e sofferenza della Kalanchoe

La Calancola è una pianta semplice da mantenere anche per chi ha il pollice nero perché è molto resistente.

Foglie avvizzite e mollicce: bisogna stare molto attenti ai ristagni idrici che provocano il marciume radicale che porta all’avvizzimento delle foglie che si trasformano in mollicce.

Macchie sulle foglie: la presenza di macchie marrone scuro sulle foglie la pianta sta subendo un attacco di cocciniglia. Per pulire le foglie bisogna usare un batuffolo di cotone con alcol oppure lavare la pianta con acqua e sapone neutro. E’ anche possibile immergere completamente la pianta nell’acqua per qualche minuto ma questa operazione va effettuata la mattina presto per poi lasciarla asciugare completamente nel corso della giornata.

La mia Kalanchoe

kalanchoe come coltivarla
la mia Kalanchoe

Non sono una persona con il pollice verde ma ho scoperto che la casa è il primo elemento che determina il benessere o meno delle piante che si acquistano o si ricevono in regalo. Oltre alle classiche piante verdi da appartamento ho una bellissima esperienza con le Stelle di Natale che nel mio caso sopravvivono tutto l’anno, tra l’interno dell’appartamento e la veranda esposta a nord.

La Kalanchoe è una pianta succolenta che amiamo per i suoi fiorellini vivaci e bellissimi. Se la dovete acquistare vi consigliamo di prenderla in primavera con la maggior parte dei fiori in bocciolo, è davvero un piacere vederla schiudere lentamente. In inverno invece è meglio acquistarla con i boccioli già schiusi perché la sua fioritura è stata forzata artificialmente visto che solitamente è aprile il mese favorito per la fioritura di questa pianta.

Tags : casacasa 2.0fioripiante
AtrendyExperience

The author AtrendyExperience

A Trendy Experience è il blogmag realizzato da Angelica e Sheila, blogger, webeditor, freelance appassionate di lettura e fotografia. La nostra Mission è quella di suggerire tanti consigli e novità di tendenza!

4 commenti

  1. mi piace avere molte piante e fiori sul balcone, stavo cercando una pianta da poter tenere tutto l’anno, questa è davvero bellissima

  2. io adoro i fiori lo sai se potessi riempirei casa e il terrazzo, questa è davvero bellissima con questo colore che scalda il cuore

Lascia un commento / Leave a Response