close

Vacanze a Specchia: tra storia e arte

Specchia è uno splendido borgo situato a non più di cinquanta chilometri dal capoluogo salentino in una posizione di gran privilegio per questo trascorrere le vacanze a Specchia è una scelta consapevole e strategica. Il suo centro storico viene considerato uno tra i più affascinanti del Salento, facendo di Specchia una meta molto ambita.

Questo borgo oltre alla bellezza del suo centro e della sua storia però offre ai turisti anche un panorama meraviglioso, un considerevole patrimonio artistico e una tradizione culinaria deliziosa.

Dove soggiornare a Specchia

A Specchia, ci sono diverse soluzioni dove poter soggiornare durante le proprie vacanze nel Salento. Oltre a Case Vacanze e B&B, una proposta interessante potrebbe essere quella di scegliere l’Hotel Salento.

Situato tra gli ulivi, l’Hotel Salento presenta oltre a camere confortevoli, anche un ristorante, dove poter gustare le pietanze tipiche della cucina locale.

Partiamo insieme a conoscere le bellezze artistiche e architettoniche che si possono trovare a Specchia, magari da visitare durante la propria vacanza nel Salento.

Specchia e la sua storia

Questo borgo prende il nome dall’omonimo cumulo di pietre disposte a forma conica che veniva utilizzato come torre di vedetta, nel dialetto “specchia”. Le prime fonti certe riguardo al paese si hanno dall’anno 1000 in poi, quando venne dato in feudo alla famiglia Monteroni.

Nei secoli successivi venne associato al principato di Taranto per poi passare a Ferdinando d’Aragona. Nel corso della storia la famiglia che maggiormente restò nel cuore degli abitanti fu quella Ripa di cui si trova ancora l’omonimo palazzo.

Il centro si è conservato così come nel passato fino ad i giorni nostri, con strette strade impraticabili per le auto, con scale e architetture particolari e caratteristiche.

L’arte e le costruzioni di Specchia

vacanze a specchia

In questo borgo, oltre al centro ricco di storia, è possibile ammirare anche un buon numero di costruzioni artistiche.

La Chiesa Parrocchiale della Madonna dell’Assunta è sicuramente una delle architetture più interessanti della cittadina; risalente al 600′, fu ristrutturata circa cento anni dopo, quando vennero aggiunte le due navate laterali. Nella chiesa è possibile ammirare gli imponenti pilastri in pietra leccese e i delicati archi trionfali con motivi floreali.

La Chiesa di S. Eufemia rappresenta un’altra costruzione di grande bellezza, con la sua pianta rettangolare con abside poligonale e la bifora che garantisce l’illuminazione dell’interno. Questa opera rappresenta una grande testimonianza medievale perfettamente conservata in questo angolo di Specchia.

La Cripta della Madonna del Passo presenta un meraviglioso baldacchino con colonne e presenta, sul suo altare rinascimentale, un incantevole quadro della Madonna.

La Chiesa dei Francescani Neri è più adatta per gli amanti della pittura e dei dipinti in quanto la sua Cappella di Santa Caterina Martire conserva ancora gli splendidi affreschi rappresentanti la vita della santa sino alla sua morte. Vi è inoltre una cripta, ricavata scavando nella roccia, che presenta invece affreschi riguardanti la vita di San Damiano, San Cosimo e Santa Agata.

Logicamente vi sono altre costruzioni artistiche oltre alle Chiese da ammirare a Specchia, e tra queste bisogna nominare il Castello Protonobilissimo-Risolo. Quest’architettura risalente al cinquecento è stata però ristrutturata o rielaborata con stili appartenenti ai due secoli successivi. Emergono due alti torrioni quadrati agli angoli della sua struttura quadragonale e nel corso della storia passò in mano a diverse famiglie della regione sino ai Risolo, che tuttora lo posseggono.

Vicino al castello si trova Palazzo Ripa, nominato in precedenza, di origine baronale e appartenente all’omonima famiglia. Questo edificio storico risale al XVII secolo e venne edificato all’angolo di Porta Leuca, una delle vie tramite la quale si accede al centro. La costruzione presenta una pianta rettangolare, in alto si possono ammirare delle merlature e una torre laterale probabilmente di avvistamento risalente al ‘700.

Il porticato fatto aggiungere nel ‘900 su richiesta dei proprietari rappresenta, per via del suo uso pubblico, un luogo di ritrova molto amato dai giovani e dai turisti.

Insomma fare una vacanza a Specchia è scegliere un borgo che oltre al suo fascino e alla sua storia custodisce anche un incredibile patrimonio artistico e culturale.

 
Tags : pugliaviaggi
AtrendyExperience

The author AtrendyExperience

A Trendy Experience è il blogmag realizzato da Angelica e Sheila, blogger, webeditor, freelance appassionate di lettura e fotografia. La nostra Mission è quella di suggerire tanti consigli e novità di tendenza!

 

Lascia un commento / Leave a Response

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: