Jared Leto icona di stile gender fluid, la moda unisex del futuro

Affascinante, carismatico, creativo e multitasking Jared leto, l’amatissimo frontman dei Thirty Seconds To Mars nonché attore pluripremiato, non smette mai di splendere e di farsi notare nel jet set. In questi giorni lo vediamo nel trailer di Morbius il nuovo film della Marvel che uscirà nei prossimi mesi e come ospite di Gucci alla Milano Fashion Week Uomo Gennaio 2020. Ed è proprio lo stile di moda unico ed espressivo che ha reso Jared Leto una icona di stile della nuova moda gender fluid grazie al suo guardaroba e alla collaborazione con il designer Alessandro Michele, direttore creativo dal 2015 della maison Gucci.

selfie jared leto icona di stile fluid gender
selfie Jared Leto dalla pagina Facebook Jared Leto

Jared Leto tra musica e cinema

Per chi non conosce Jared Leto, io ricordo ancora oggi la prima volta che lo vidi nel meraviglioso video di The Kill dei Thirty Seconds To Mars. Da quel momento ho cominciato a seguire appassionatamente questo gruppo musicale che è diventato il mio gruppo preferito e Jared non mi era certamente indifferente.

Jared Leto classe 1971 ( anni portati benissimo ), è il cantautore e frontman dei Thirty Seconds To Mars, una delle rock band più amate degli ultimi vent’anni che si è distinto anche nel cinema. Come attore ha interpretato ruoli in film cult come Fight Club, American Psyco, Lord Of War, Chapter 27. Ha vinto un premio Oscar e un Golden Globe con il ruolo di Rayon in Dallas Buyers Club ( ruolo che in un primo tempo aveva rifiutato ).

Successivamente la sua interpretazione di Joker in Suicide Squad e Blad Runner 2049 lo incorona come uno dei più amati attori dei giovanissimi, non per niente lui è il Prince of Darkness. La sua carriera come attore prosegue, Jared seleziona con molta attenzione tutti i personaggi da interpretare. L’antagonista dell’uomo ragno, Morbius, è attualmente l’ultimo film che lo vede come protagonista anche se ci vorrà ancora qualche mese prima di vederlo sul grande schermo.

Da bambino ha vissuto seguendo lo stile di vita Bohemien di sua madre e probabilmente questa libertà di vivere ha inciso molto sulla nascita del suo carisma e del suo stile che non passano inosservati già dieci anni fa. Me lo ricordo bene nel 2010 durante il concerto live di Rock Am Ring MTV dove si presentò con una meravigliosa cresta fucsia sui capelli biondi ossigenati che hanno accompagnato una performance che aveva incollato me e Angelica allo schermo per tutto il concerto ( se volete vedere quanto è sexy nella versione live di The Kill guardate il video )!

foto Jared Leto dalla pagina facebook Jared Leto

Ad ogni modo Jared Leto è conosciuto e apprezzato in tutto il mondo proprio per le sue capacità artistico musicali. Thirty Seconds Mars a parte, nel 2011 interpretò Kurt Cobain in un video omaggio che lasciò a bocca aperta per la sua somiglianza ( se volete cliccate qui per vedere il video dedicato al cantante dei Nirvana ). Nella vita Jared è vegano e appoggia tantissime cause animaliste, la parità dei sessi e spesso si è schierato con il gender pay gap. Come non amarlo?

Artisticamente parlando gli album dei Thirty Seconds To Mars sono davvero coinvolgenti. I cori sono stati realizzati dai fans, i testi dedicati ai giovani, alla voglia di cambiare, ai sogni, ai desideri e alla difficoltà di comunicazione. Le canzoni più belle, secondo me, sono sicuramente Kings and Queens, Closer To The Edge, A Beautiful Lie, This Is War e la meravigliosa e dark Hurricane. Ed è proprio con quest’ultima canzone del 2009 che il lato oscuro e carismatico dei Thirty Seconds To Mars colpisce anche con un video molto sensuale e proibito a tal punto da venir censurato per le scene esplicite. Ad ogni modo I Thirty Seconds To Mars dal 2002 hanno pubblicato fino a oggi cinque album musicali che meritano tutti di essere ascoltati, da 30 Seconds To Mars dai ritmi e voce più graffianti e rockeggianti ad America, l’ultimo album del 2018. I Miei preferiti rimangono e rimarranno A Beautiful Lie e This Is War.

Lo stile di Jared Leto

Non potevo parlarvi di Jared come icona di stile senza inquadrarlo artisticamente. Per chi magari non lo ha mai visto all’opera sicuramente la pubblicità di Hugo Boss del 2011 vi rinfrescherà la memoria!

manifesto pubblicitario Hugo Boss feat Jared Leto

Quando la vidi per la prima volta credo mi sia mancato un battito. Negli anni la sua ecletticità lo porta a trasformarsi fino a rappresentare la nuova icona di stile della moda gender fluid, la tendenza moda del futuro, la nuova visione dell’unisex sia nella versione popolare sia di Haut Couture.

Quello che rende Jared Leto una icona del nuovo stile unisex è proprio la sua versatilità, la fluidità con cui riesce in modo incredibile a diversificarsi, a trasformarsi, a fondersi con i suoi ruoli e musiche. Il suo stile eccentrico e coloratissimo di affrontare il palco e la rigorosa selezione di ruoli davvero particolari sul grande schermo, le scelte di vita stravaganti rendono questo personaggio uno dei più curiosi e allo stesso tempo popolari di tutti i tempi.

Jared Leto
Jared Leto immagine da facebook pagina Jared Leto

La collaborazione tra Jared Leto e Gucci è ben visibile anche nelle sue performance sul palco dove il frontman dei Thirty Seconds To Mars indossa giacche stampe stravaganti, coloratissime o con ricami di paillettes. Proprio il guardaroba fluido indossato da Jared durante il tour Monolith rivoluziona il mondo della moda dei musicisti. Occhiali da sole con gioiello, camice iridescenti, pantaloni metallici creano un look davvero elettrizzante dove la moda è in perfetta sinergia con la musica grazie a questo stile espressivo.

Jared Leto
Jared in concerto immagine di facebook pagina Jared Leto
Jared Leto immagine da Pinterest Jared Leto

Immagine di Jared Leto in un concerto foto tratta dalla pagina facebook Jared Leto
Jared Leto da Gucci immagine da Pinterest Jared Leto

CALIFORNIA STYLE Immagine foto da web
immagine Jared Leto di California Style
GC images foto da web
Immagine di Jared Leto di GC Images

Outfit di Jared Leto alla sfilata Gucci Uomo Gennaio 2020

Ed eccolo alla sfilata di Gucci Uomo di Gennaio 2020. E’ impossibile non rimanere a bocca aperta guardando questa immagine . Il suo portamento e il suo stile trendy unisex, che ricorda la contromoda degli anni ’70, il Flower Power la moda del movimento hippie, evidenziano il carisma di Jared Leto che si riconferma in modo tacito icona di stile degli ultimi anni per il suo sex appeal androgino e fluido.

Immagine di Jared Leto della sfilata di Gucci foto da facebook pagina Jared Leto

Nello specifico alla sfilata di Gucci indossa

Jared in testa indossa un cappello fedora nero, copricapo stile Borsalino, a tesa larga. Un elegante nastro tono su tono nero a tesa larga, rende questo accessorio molto elegante. Il capospalla è un doppiopetto blu notte sartoriale, indossato aperto, in cui risaltano i bottini dorati e la spilla di cristalli con il logo GG. Sotto la giacca impossibile non notare la camicia in stile hippie, dal colore rosso scuro su cui spiccano allegri fiori gialli con foglia verde, polsini e colletto in seta arancioni. L’outfit ispirato agli anni 70 si completa con i pantaloni a zampa di un azzurro elettrico e pinces e stivali da discoteca con tanto di tacco in pelle dorata un mix di abiti e accessori unisex che rompono gli schemi e mescolano codici stilistici celebrando la contromoda degli anni 70.

Lo stile gender fluid, la moda unisex del futuro, può non piacere ma le collezioni moda cominciano ad essere presenti sulle passerelle più famose. Per quello che mi riguarda penso che Jared che ha contribuito a lanciare la moda no gender durante il suo tour Monolith, rappresenta alla perfezione questa nuovo stile, le immagini più rappresentative degli outfit del tour lo dimostrano ampliamente! Ad ogni modo, ci tengo a sottolineare che, essendo il mio cantante preferito, ci tenevo a ritagliare uno spazio per lui su A TRENDY EXPERIENCE, e parlare di lui come icona di moda direi che è assolutamente sexy!

Tutte le immagini che vedete sono state prese dalla pagina facebook del cantante e da Pinterest.

Tags : #fashiontipsabbigliamentojared letomoda futuromoda unisexstile gender fluid
AtrendyExperience

The author AtrendyExperience

A Trendy Experience è il blogmag realizzato da Angelica e Sheila, blogger, webeditor, freelance appassionate di lettura e fotografia. La nostra Mission è quella di suggerire tanti consigli e novità di tendenza!

24 commenti

  1. Ho sempre trovato estremamente ecclettico e versatile Jared Leto. La prima volta che l’ho visto è stato nel film Alexander con Colin Farrell: lo trovai davvero bravo. Ora sono curiosa di vederlo nel suo ultimo lavoro al cinema. Mi manca però scoprirlo come cantante.
    Maria Domenica

  2. Incredibile come riesca a cambiare stile di continuo! E a portarlo come una seconda pelle. Avrei difficoltà a portare stili completamente diversi da come mi vedo, e invece lui sembra fluttuare da uno all’altro senza problemi.

  3. A me è sempre piaciuto moltissimo come artista ed è un artista a tutto tondo, sia per la musica, sia per il cinema sia per la moda. Ha un modo di vestire molto variegato, variopinto e ci azzecca quasi sempre. Grande Jared.

  4. Jared Leto ha uno stile inconfondibile su questo non c’è dubbio, discutibile forse e molto eclettico. Sta aprendo la strada ad un nuovo concetto di moda per tutti, senza genere. Sarà questa la nuova frontiera?

  5. Non mi stupisce che Jared Leto abbia ispirato la nuova collezione uomo Gucci e non viceversa. Scherzi a parte, è un artista che ho seguito soprattutto come attore e modello, più che come cantante. Incredibile che abbia quasi 50 anni, ne dimostra almeno 20 in meno!

  6. Sicuramente un personaggio trasversale nel suo modo di mostrarsi al pubblico! Riesce a passare da un aspetto virile e mascolino ad uno piu’ androgino in un batter d’occhio!

  7. io sono sincera…… lui può star bene ma è il suo lavoro…… modello , cantante , attore o altro …. non lo conosco però diciamo la verità vorresti che il uo omo sivestisse così? i sono dei capi di abbigliamento dvvero inguardabili….. secondo me Gucci ultimamente ha spaziato troppo ….. troppo fuori dalle righe

Lascia un commento / Leave a Response