Pillola Anticoncenzionale, tipologie, benefici, costi e perché usarla anche da giovani

La gravidanza è un evento meraviglioso ma deve essere anche desiderato e voluto. Una giovane donna, dal momento in cui comincia l’attività sessuale, ha il diritto di scegliere un metodo contraccettivo per proteggersi da un’eventuale concepimento. La pillola anticoncezionale, detta anche pillola contraccettiva, è una pillola ormonale che impedisce la fecondazione dell’ovulo in caso di rapporto completo e può essere assunta dopo due anni dal menarca, dalla prima mestruazione, anche da ragazze che non hanno mai avuto rapporti sessuali completi,

Proprio per sensibilizzare la popolazione femminile di mamme e figlie moderne, oggi vogliamo parlare di contraccezione, spiegandovi brevemente quali sono le tipologie di pillole anticoncezionali attualmente in commercio, dove si fa la ricetta della pillola, come avviene la visita ginecologica, i costi della pillola anticoncezionale, come si assume in modo corretto senza dimenticare i benefici della pillola sul corpo femminile e le controindicazioni.

Chi prescrive la pillola e le analisi da fare

Quando si decide di utilizzare un metodo contraccettivo è bene recarsi presso il ginecologo di famiglia o presso il consultorio familiare. Nel secondo caso, generalmente, la visita è gratuita fino ai 25 anni e il personale molto gentile e preparato.

Per fare la visita ginecologica non si deve avere il ciclo mestruale in atto. Il ginecologo, per prima cosa, effettua una serie di domande, una anamnesi, sulla vostra vita e malattie e su eventuali problemi ereditari poi procede alla visita digitale e se l’imene è ancora intatto, la visita consisterà in una esplorazione via anale. A seconda della sua valutazione, prima di prescrivere la pillola anticoncezionale, può farvi fare delle analisi del sangue e delle urine per stabilire quale tipo di pillola è la più indicata nel vostro caso.

Quando non viene prescritta la pillola

La pillola anticoncezionale non viene prescritta in caso di stato familiare con cancro al seno, cancro all’utero, trombosi, malattie della coagulazione e altre patologie che possono compromettere la vostra salute per questo motivo è importante essere onesti e sinceri quando si risponde alle domande.

Ad ogni modo la pillola contraccettiva non è l’unico metodo contraccettivo femminile: ci sono anche l’anello vaginale, la spirale, il cerotto cutaneo, l’impianto sottocutaneo, l’iniezione contraccettiva. Sarà a cura del ginecologo spiegarvi le differenze, gli effetti, la durata e l’efficacia dei vari metodi.

Quello che rende la pillola anticoncezionale il metodo contraccettivo orale più utilizzato al mondo sono la sua reversibilità, la facilità di assunzione ed efficacia superiore al 97% in caso di corretto utilizzo.

Tipologie di pillole contraccettive

Ci sono due tipologie di pillole anticoncezionali, la minipillola e la pillola combinata.

  • La minipillola contiene solo un progestinico. Questo ormone agisce creando un ambiente poco favorevole nell’utero impedendo dunque a un eventuale ovulo fecondato di annidarsi. Anche il muco cervicale si fa più denso, spesso e vischioso e lo stesso le pareti dell’endometrio che diventano inospitali.
  • La pillola combinata, a differenza delle minipillole, contiene due tipi di ormoni, un estrogeno e un progestinico. Questo tipo di pillola può essere a sua volta monofasica, bifasica o trifasica a seconda della scelta del vostro ginecologo. Gli ormoni contenuti nella pillola combinata addensano il muco cervicale per ostacolare il passaggio di eventuali spermatozoi durante il rapporto completo e inibiscono l’ovulazione, cosa che non accade invece con l’assunzione della minipillola.

Proprio per queste differenze l’efficacia della minipillola è del 97% mentre della pillola combinata del 98%.

Quando si comincia a prendere e quando comincia il suo effetto

La prima pillola anticoncezionale si prende il primo giorno di mestruazioni. La regolarità è alla base di tutto per questo motivo la pillola va assunta una volta al giorno, sempre alla stessa ora, mettete dunque la sveglia sul vostro smartphone per ricordarvela! Per agevolare e facilitare l’assunzione della pillola nella confezione oltre ad esserci un comodo blister è presente un foglio con strisce adesive con i giorni della settimana. Si sceglie la sequenza con il giorno della prima mestruazione e si applica sul blister che potete tenere sempre con voi in borsetta. In questo modo sapremo sempre se quella che stiamo per prendere è la pillola corretta.

Nel blister ci sono 28 pillole e nelle pillole combinate, in base alla marca, possono esserci dalle 4 alle 7 pillole di colore differente come pillole finali della confezione. Queste pillole sono placebo, non hanno efficacia e corrispondo all’arrivo del ciclo mestruale. La sua assunzione deve avvenire ogni 24 ore e il ritardo nell’assunzione di una pillola deve essere massimo di 12 ore. Superato questo ritardo la sua efficacia non è più del 99% e si consiglia l’uso di altri preservativi in caso di rapporti completi almeno per una settimana.

Quando comincia a fare effetto la pillola?

La pillola comincia a fare effetto dal primo giorno di assunzione se viene presa dal primo giorno di ciclo mestruale, mentre la sua validità cala, se presa, tra il secondo e il quinto giorno di mestruo. Ad ogni modo l’efficacia della pillola è garantita solo dopo averla assunta per sette giorni consecutivi.

E’ possibile passare dalla pillola combinata alla minipillola, sempre previa consulenza con il vostro ginecologo di fiducia. In questo caso il passaggio deve essere effettuato senza giorni di sospensione ma, in questo caso chiedete bene al ginecologo che saprà fornirvi tutte le informazioni dettagliate Lo stesso vale nel caso in cui dovete sostituire il vostro vecchio metodo contraccettivo

Reversibilità pillola anticoncezionale e rischi

La pillola anticoncezionale è il metodo contraccettivo ormonale femminile e reversibile più sicuro contro le gravidanze. La pillola è reversibile, perché interrompendola, le capacità di concepimento tornano a funzionare regolarmente. Ad ogni modo se si decide di interrompere l’assunzione della pillola contraccettiva per concepire è bene rivolgervi al vostro ginecologo di fiducia per maggiori specifiche sui tempi di ripristino dell’equilibrio ormonale e attività ovulatoria naturale che varia in base ai dosaggi ormonali della pillola assunta.

I rischi della pillola

In caso di influenza intestinale, diarrea, vomito e assunzione di altri farmaci o di antibiotici,ma anche di integratori e prodotti fitoterapici, potrebbero pregiudicare il corretto assorbimento della pillola e di conseguenza la sua efficacia. Per questo motivo è sempre bene consultare il bugiardino all’interno della confezione e chiedere al ginecologo di fiducia la sua consulenza.

  • Anche se le pillole anticoncezionali moderne hanno livelli molto bassi di ormoni la loro assunzione può portare ad un aumento di peso corporeo dovuto a un rallentamento del metabolismo e alla ritenzione idrica.
  • Lo spotting una perdita di sangue intermestruale che potrebbe avvenire nei primi tre mesi di assunzione del nuovo anticoncezionale. Se questo sanguinamento continua è bene cambiare il tipo di pillola.
  • Depressione e irritabilità a causa dei bassi livelli di serotonina che potrebbero essere ridotti a causa dei libelli dei componenti ormonali della pillola combinata
  • amenorrea

Qualora dovessero insorgere problemi o fastidi particolari dopo l’assunzione della pillola è bene consultare il ginecologo per cambiare la marca ed eventuali dosaggi.

I benefici della pillola

  • La pillola regolarizza il ciclo mestruale in modo molto preciso, limita i dolori e il flusso abbondante.
  • La pillola aiuta a ridurre lesioni infiammatorie e non infiammatorie dell’acne facciale quindi migliora la femminilità e l’aspetto esteriore.
  • limita la perdita di capelli, seborrea e peluria indesiderata
  • Non casua malformazioni fetali o aborti spontanei e combatte l’endometriosi, una delle cause dell’infertilità

Quanto costa la pillola

In molte regioni, il piano sanitario regionale per il controllo delle nascite, ha stabilito che la pillola può essere gratuita per le ragazze minorenni. In tutti gli altri casi la pillola anticoncezionale varia dai 10 ai 20 euro a confezione. La ricetta che viene fatta dal ginecologo è una ricetta bianca ripetibile e valida per sei mesi o sei confezioni di pillole. Prima del termine della penultima confezione è bene prendere appuntamento dal ginecologo o dal medico curante per la prescrizione della nuova ricetta bianca.

Tags : cose da donnaproblemi familiariproblemi femminilisessualità
AtrendyExperience

The author AtrendyExperience

A Trendy Experience è il blogmag realizzato da Angelica e Sheila, blogger, webeditor, freelance appassionate di lettura e fotografia. La nostra Mission è quella di suggerire tanti consigli e novità di tendenza!

22 commenti

  1. Utilissima: serve per svariati motivo e non solo per non procreare…meglio puntare sul cerotto meno tossico e senza lattosio io l’ho assunto per anni per problemi di salute…

  2. Io l’ho utilizzata fino a quando poi ho deciso di avere i miei bambini e per fortuna mi sono sempre trovata bene con la Minulet senza troppi fastidi, forse un po all’inizio avevo un po di gonfiore ma poi probabilmente il mio corpo si è abituato e stabilizzato. Dopo il secondo bimbo mi hanno consigliato di chiudere le tube durante il cesareo, tante le complicazioni che mi aveva portato la seconda gravidanza, addirittura una bruttissima emorragia durante l’operazione che sono riusciti fermare dopo solo due ore…uterorovinato…insomma , troppe cose…
    Così almeno ho deto addio agli anticoncezionali, ma all’età di 37 anni (all’epoca).
    Ovviamente li consiglio anch’io a tutti, sono utili e indispensabili!

  3. Io l’ho utilizzata per diversi anni ma poi ho sospeso perchè mi dava problemi ma sono certa che oggi le nuove pillole anticoncezionali siano piu’ leggere e meno problematiche. Sono assolutamente a favore dell’utilizzo quando c’è una relazione stabile!

  4. faccio uso della pillola da una decina di anni ormai, ogni tanto mi capita di soffrire di spotting, ma può capitare. per me non è un grosso problema anche perché utilizzo la pillola non come anticoncezionale ma per regolarizzare il ciclo e diminuire un po’ i dolori che ho senza. se si usa come anticoncezionale bisogna assolutamente fare riferimento a un medico o comunque rivolgersi ad un consultorio.

  5. per la pillola co sono i pro e i contro…… a me hanno diagnosticato un fibroma benigno al seno all’età di 20 anni e mi hanno scongliato l’utilizzo della pillola….

  6. Ho trovato molto utile questo articolo. Parlare di contraccezione e di pillola anticoncezionale è importante. Le ragazze, soprattutto quelle più giovani, devono essere assolutamente informate sulla propria sessualità e sulla prevenzione delle gravidanze.
    Maria Domenica

  7. Sicuramente quando arriverà il momento di affrontare il discorso anticoncezionali con mia figlia le consigliero’ senza dubbio di prendere in considerazione la pillola dopo gli opportuni esami prescritti da un medico.

  8. Io mi ci sono benissimo, ho iniziato a prenderla anche per regolarizzare il ciclo quindi ha tantissimi pro. Sono sempre molto utili questo tipo di articoli per saperne meglio su una cosa importantissima

  9. Ottima idea quella di spiegare in modo completo, chiaro e neutro qualcosa in più sulla pillola. Chiaro che il medico resta il punto di riferimento, ma arrivarci con delle nozioni in più mi sembra importante. Brava!

  10. Apperò che coraggio, un argomento così spinoso non me lo aspettavo su un blog, e invece eccoci qui, prendo la pillola in via precauzionale, da ben 7 anni mai smessa e mi trovo molto bene con Yaz, ti do pienamente ragione noi siamo artefici del nostro destino e dovrebbe essere così sempre, nessuno dovrebbe avere i controllo su queste cose se non noi stesse, ed è anche molto importante affidarsi a degli specialisti, fare esami di controllo e documentarsi, ho trovato l’articolo prezioso soprattutto per le giovani donne che ora stanno sbocciando, e non sanno come fare grazie.

Lascia un commento / Leave a Response