Ecobonus auto 2020: le novità

ecobonus auto 2020

Con il decreto Milleproroghe firmato a fine dicembre 2019, sono state apportate alcune modifiche all’Ecobonus 2020. Di fatto l’incentivo per l’acquisto di automobili e veicoli poco inquinanti ricalca le stesse caratteristiche di quello 2019, ma con alcune sensibili novità riguardo rottamazione e motocicli.

Validità e requisiti

L’Ecobonus 2020 riguarda l’acquisto di automobili e veicoli poco inquinanti: auto ibride, elettriche e mezzi con basse emissioni di CO2. La serie di incentivi riguarda anche la contemporanea rottamazione di veicoli Euro 1, 2 e 3 ovvero le classi più inquinanti in circolazione. Lo scopo di questo bonus è rispondere alle sempre più forti esigenze ambientali: i livelli di inquinamento in Italia e nel mondo sono in continua crescita e buona parte delle cause risiede anche nella circolazione di veicoli ad alta emissione di gas nocivi. Ne è dimostrazione la serie di “domeniche ecologiche” e blocchi del traffico che alcune città italiane mettono in atto soprattutto nei mesi invernali. Milano,

Torino e Roma sono alcune delle località con livelli di inquinamento che spesso superano la soglia di guarda. Le risorse a disposizione dell’Ecobonus sono notevoli: 70 milioni di Euro. Ma chi può accedere a questi incentivi? In base al tipo di veicolo, cambia la tipologia di agevolazione:

  • veicoli con emissioni di CO2 compresi tra 0 e 20 g/km: 4000€ – 6000€ di bonus a seconda della presenza di rottamazione;
  • veicoli con emissioni di CO2 compresi 21 e 70 g/km: 1500€ – 2500€ a seconda della presenza di rottamazione.

Gli incentivi si intendono validi per automobili e veicoli acquistati dal 1° marzo 2019 al 31 dicembre 2021.

ecobonus auto 2020

Le novità del Decreto Milleproroghe

Se l’Ecobonus auto 2020 rimane sostanzialmente identico a quello del 2019, il Decreto Milleproroghe introduce due novità. Il decreto è stato emanato il 30 dicembre 2019 e incide sulla tipologia di veicoli ammessi all’agevolazione:

  • 8 milioni di euro di contributi per veicoli di categoria L (motocicli, ciclomotori e similari);
  • ampliamento delle classi ambientali dei veicoli categoria M1 che possono essere rottamati. Questo grazie all’introduzione dei veicoli Euro 0.

Lo sconto viene applicato direttamente dal venditore del veicolo (Per una valutazione della tua auto ti consigliamo il sito https://www.ilvalutatore.it/ ), ma attenzione: occorre non superare il periodo di 150 giorni tra l’acquisto e l’immatricolazione dell’auto o del motociclo.

Tags : autoconsigli per tuttirisparmiare
AtrendyExperience

The author AtrendyExperience

A Trendy Experience è il blogmag realizzato da Angelica e Sheila, blogger, webeditor, freelance appassionate di lettura e fotografia. La nostra Mission è quella di suggerire tanti consigli e novità di tendenza!

7 commenti

  1. Molto interessante, visto che probabilmente a breve dovrò cambiare auto..
    Confermo che Torino ultimamente è invivibile a causa del livello di inquinamento, purtroppo non piove quasi mai e quando lo fa, fa solo disastri..

    XOXO

    Cami

    Paillettes&Champagne

  2. Beh io vivo a Roma e per fortuna ho una macchina euro 6 altrimenti sarei a piedi. Invece mia cognata penso che approfitterà dell’ecobonus.

Lascia un commento / Leave a Response