Legati dall’Odio di Cora Reilly, Mafia Chronicles 3 recensione

Legati dall'Odio di Cora Reilly

I mafia romance fanno sussultare e vibrare l’anima soprattutto se sono intensi e spietati proprio come la serie di uomini d’onore, Mafia Chronicles di Hope Edizioni. Oggi con il sorriso nel cuore voglio presentarvi il terzo romanzo della serie più attesa di questa strana primavera, ed ecco a voi Legati Dall’Odio di Cora Reilly!

Per prima cosa è importante sapere che questo romanzo è il terzo della serie. Essendo autoconclusivo, può essere letto senza necessariamente aver letto gli altri ma, in questo caso, vi perdete degli aspetti fondamentali che vi permettono di entrare nell’atmosfera giusta.

Per questo motivo vi invito a leggere Legati dall’onore, il primo volume della serie di Hope Edizioni, e, Legati dal Dovere, il secondo volume di Mafia Chronicles di Cora Reilly. Legati dall’Onore, in questi giorni, è disponibile gratuitamente per chi ha l’abbonamento a Kindle Unlimited!

Legati dall'Odio di Cora Reilly, Mafia Chronicles 3 recensione
Legati dall’Odio di Cora Reilly

PREMESSA: ho amato questo romanzo. Lo attendevo da novembre e la mia pazienza è stata messa a dura prova.. Nell’attesa di Legati Dall’Odio mi sono riletta i precedenti per cercare di carpire dettagli sulla coppia protagonista di questo romanzo, la ribelle Gianna e lo spietato Matteo.. per questo ringrazio tanto Hope Edizioni che ha saputo selezionare quest’opera e tante altre bellissime, per il buon gusto e per la magia che ci sanno regalare con questi romanzi davvero meravigliosi… ma prima di tutto ecco la trama!

Trama Legati Dall’Odio di Cora Reilly

Quando Gianna vede sua sorella Aria sposare Luca Vitiello, il Capo della Famiglia di New York, un uomo che conosce a malapena, promette a se stessa che non subirà mai lo stesso destino.

Al matrimonio del fratello Luca, Matteo Vitiello rivede Gianna e decide che lei dovrà essere sua.

Quando le nozze vengono combinate, a Gianna non resta che accettare la volontà degli Uomini d’Onore. Lei, però, non ha intenzione di piegarsi alle leggi del mondo della Mafia e sposare qualcuno che non ama, quindi, qualche mese prima dal matrimonio, scappa, eludendo la sorveglianza della sua guardia del corpo.

Giunta in Europa è pronta a cominciare una nuova vita, ma non ha fatto i conti con la determinazione di Matteo che vuole ritrovarla a ogni costo.

E quando Matteo riuscirà nel suo intento, nulla gli impedirà di usare ogni arma in suo possesso per piegare Gianna alla sua volontà e dimostrarle che lei è sua.

PER LEGGERE L’ESTRATTO DEL ROMANZO CLICCATE SULLA COPERTINA DEL LIBRO CHE TROVATE CLICCANDO QUI

Recensione Legati Dall’Odio

Legati dall’Odio di Cora Reilly è il terzo romanzo della serie Mafia Chronicles che ha come protagoniste alcune famiglie di origine italiana che vivono e governano alcune città degli USA. Famiglie che hanno l’onore e il rispetto come valori principali a cui nessuno dei membri della famiglia può sfuggire. I maschi vengono usati come pedine dei giochi più alti; i loro ruoli non sono puliti, sono tutti burattini alla mercé dei traffici anche se fanno parte delle famiglie più importanti; le femmine, sono trofei, vivono nell’attesa, per alcune poco felice, di finire in mogli a uno degli uomini della mafia a seconda della volontà dei capi. L’amore vero, quello istintivo, improvviso, non esiste.

Esiste il dovere… che, come nel caso di Gianna, viene nascosto dall’odio.

Avevo sempre desiderato scappare dal mondo in cui ero nata, un mondo malato e brutale che conoscevo bene, ma, in quel momento, presi la decisione di provare davvero a scomparire. Non importava quale sarebbe stato il prezzo da pagare, non importava che cosa avrei dovuto fare, io sarei fuggita da quell’inferno

.

Legati dall'Odio di Cora Reilly, Mafia Chronicles 3 recensione

UN PASSO INDIETRO…. Nel primo romanzo, Legati dall’Onore, Luca Vitiello, futuro capo mafia di New York prende come moglie la bellissima Aria Scuderi, figlia di una delle più importanti famiglie mafiose di Chicago. Questa scelta viene fatta per mantenere gli equilibri e la pace tra i due clan, i cui rapporti sono molto tesi. E’ proprio durante gli incontri prematrimoniali tra Aria e Luca che Matteo, fratello di Luca, e Gianna, sorella di Aria, si incontrano e si disprezzano da subito. Lui fiero e senza nessun tipo di timore, lei.. pure.

Gianna, sorella di Aria, non accetta il suo destino e sa bene cosa accade se si sceglie di tradire la famiglia. Matteo rimane così colpito dalla sfrontatezza e dal coraggio di Gianna che riesce a convincere suo fratello, ormai capomafia di New York ad averla come moglie. Dante Cavallaro, nuovo capo mafia di Chicago, protagonista di Legati dal Dovere, autorizza questa unione.

Gianna, sconvolta e arrabbiata decide di scappare con l’aiuto di Aria, che amando sua sorella, corre il rischio e l’aiuta a fuggire in Europa. La sua fuga viene scoperta troppo tardi e la giovane ribelle riesce a vivere in libertà, fuggendo di stato in stato e facendo nuove esperienze.

Proprio quando Gianna si sente finalmente a casa, ha legato con alcune ragazze e ragazzi e ha un lavoro umile ma onesto, tutto viene stravolto e la ragazza, deve fare i conti con chi, da mesi la sta cercando per rimetterla al suo posto.

«Hai permesso a qualcun altro di avere quello che mi appartiene» ringhiò, guardando il mio corpo con occhi possessivi. Si abbassò, come se volesse baciarmi. I nostri nasi si sfiorarono ma fece soltanto una smorfia. «Tuo padre mi ha dato il permesso di farti quello che voglio. Non gli importa che tu sia viva o morta, non gli importa quello che ti farò. Penso persino che approverebbe se ti punissi seriamente.»

Potrei scrivere un saggio su Legati dall’Odio di Cora Reilly, l’ho letto tutto d’un fiato, nel cuore della notte e credetemi è stato davvero difficile interrompere la lettura per fare piccole pause. Prima di mettermi a scrivere questa recensione l’ho riletto a freddo… Legati dall’Odio è così coinvolgente ed emozionante che si viene trascinati in questa avventura come spettatori che non vedono l’ora di sapere cosa succede pagina dopo pagina.

Gianna è un personaggio che aveva già spiccato nel primo romanzo. A confronto di Aria che, nonostante avesse coraggio e intelligenza, non ha voluto opporsi alla sua unione forzata con Luca, Gianna, nonostante quello che accade tra lei Matteo al matrimonio della sorella, e credetemi, se avete letto Legati dal Dall’Onore, dovete riprenderlo in mano per scovare gli indizi che magari vi erano sfuggiti, rifiuta categoricamente di finire trascinata in quel mondo crudele perché ha visto quello di cui è capace Matteo. Lui è uno spazzino, un mietitore. La sua missione primaria, oltre a gestire un locale con suo fratello è quella di far parlare i nemici e poi farli tacere per sempre. Gianna lo ha visto all’opera e deve fare i conti con i suoi sentimenti contrastanti nei confronti del ragazzo che ha voluto sposarla costi quel che costi.

La sua fuga in Europa è eccitante, noi lettori ci troviamo ad accompagnare la giovane e ribelle Scuderi in un viaggio di speranza, dove dagli agi a cui era abituata a vivere si ritrova a rimboccarsi le mani per campare. Sapendo bene il pericolo da cui scappava, Gianna, non ha mai voluto abbassare la guardia e fidarsi. Dopo svariati mesi di fuga, anche i rapporti con sua sorella, le sue comunicazioni brevi e rischiose, terminano di punto in bianco. Proprio la sua solitudine e il vuoto che si è creato intorno a lei, spingono Gianna a dare una possibilità a un gruppo di persone che la accettano senza fare domande, anche se lei ha un nome falso e non parla del suo passato.

Quando Matteo la trova per noi lettori è come un sospiro di sollievo ma questa sensazione pare sia anche quella di Gianna che non si oppone, anche se il prezzo da pagare è davvero alto. Il ritorno in USA non è come quello che si immaginava e le decisioni che vengono prese dai capi clan per sanare la situazione mettono nuovamente Gianna nelle mani di Matteo che non vede l’ora di dimostrarle che il suo posto è accanto a lui.

Non posso spoilerare quello che accade tra i due ma la tensione è davvero altissima. Per prima cosa, come già avevamo capito anche nei precedenti romanzi della serie, quello che traspare è la violenza e la crudeltà che rendono questo mondo e i suoi personaggi vittime e allo stesso tempo carnefici. Gianna, in questo viaggio che la porta a scoprire la realtà dure e reali delle persone comuni e povere, si trova benissimo. Preferisce rinunciare a tutto per vivere umilmente piuttosto che vivere usata e picchiata proprio come il padre ha fatto con lei e sua madre. Proprio questa violenza domestica che ha accompagnato la sua giovinezza ha portato la ragazza a spaventarsi e rifiutare il suo destino con Matteo. Dall’altra parte lui, a sua volta vittima di suo padre, ha dovuto imparare a vivere da uomo d’onore e mietitore. Matteo è diverso da Luca, che risulta sempre equilibrato, infatti assomiglia molto a Gianna e ne è attratto. Lei per lui è come un fuoco d’artificio da domare, non è per nulla scontata, è una sfida piacevole e luminosa nella sua vita buia e priva di stimoli. La caccia per trovarla ha alimentato la sua voglia di piegarla e, quando lei finalmente torna al suo posto, si rende conto che Gianna è molto più importante di quello che pensava.

Il romanzo è un susseguirsi di eventi che ci lasciano a bocca aperta. Il cammino di Gianna e Matteo è a dir poco emozionante e intenso. I due, che apparentemente sono cane e gatto, insieme emanano un’energia incredibile e si completano, lui il buio, lei la luce. Un colpo di scena, di quelli che lasciano l’amaro in bocca, riesce a sconvolgere la lettura, togliendo il fiato e facendoci sgranare gli occhi.

Ora lo so che sono stata lunga e noiosa con la mia recensione ma dovevo dire tutte queste cose. Consiglio vivamente, prima di leggere questo romanzo, la lettura dei due precedenti ma in caso contrario, sono certa che andrete a leggerli ugualmente perché i personaggi che ruotano intorno a questi uomini d’onore tentano troppo. Il prossimo della lista riguarda Lily, la sorellina di Gianna e di Aria che ha occhi solo per Romero. Il mio conto alla rovescia verso la prossima uscita è già partito,,, ma Gianna e Matteo con Legati dall’Odio di Cora Reilly, che mi avevano stuzzicata fin dal primo romanzo, avranno sempre un posto speciale nel mio cuore.

Tags : hope edizionimafia chroniclesmafia romancerecensione libro
AtrendyExperience

The author AtrendyExperience

A Trendy Experience è il blogmag realizzato da Angelica e Sheila, blogger, webeditor, freelance appassionate di lettura e fotografia. La nostra Mission è quella di suggerire tanti consigli e novità di tendenza!

Lascia un commento / Leave a Response