I migliori trattamenti laser per la cura dell’iperpigmentazione

L’iperpigmentazione può verificarsi a causa di molti fattori. Il trattamento laser può ridurre l’iperpigmentazione. I laser di nuova generazione possono essere tranquillamente utilizzati sulla pelle scura. La maggior parte dei dispositivi laser per l’uso domestico non sono abbastanza potenti per aiutare, quindi ottima cura dell’iperpigmentazione per migliorare la bellezza del viso.

I migliori trattamenti laser per la cura dell’iperpigmentazione

L’iperpigmentazione può verificarsi a causa di molti fattori. Il trattamento laser può ridurre l’iperpigmentazione. I laser di nuova generazione possono essere tranquillamente utilizzati sulla pelle scura. La maggior parte dei dispositivi laser per l’uso domestico non sono abbastanza potenti per aiutare con l’iperpigmentazione.

Cos’è l’iperpigmentazione

L’iperpigmentazione è una condizione diffusa che si verifica quando il corpo produce un eccesso di pigmento di melanina, che porta a macchie scure sulla pelle. Il trattamento laser può ridurre l’intensità di questi punti scuri, poiché esistono diversi tipi di laser che possono aiutare con diverse forme della condizione a seconda del tono specifico della pelle di ciascun paziente.

L’iperpigmentazione è una condizione che si manifesta con una macchia scura che non corrisponde al tono naturale della pelle. Ciò si verifica quando il corpo produce un eccesso del pigmento melanina, mentre i cambiamenti ormonali, l’infiammazione e l’esposizione al sole sono i fattori più comuni che portano alla malattia.

Esistono diverse forme di iperpigmentazione: melasma, lentigo solare e iperpigmentazione post-infiammatoria (PIH) sono le più comuni, sebbene in alcune persone possano essere causate da alcuni farmaci. L’iperpigmentazione a volte può essere un segno di una condizione di salute più grave, come

la malattia di Addison o ipertiroidismo.

Mentre l’iperpigmentazione può apparire in qualsiasi parte del corpo, la maggior parte delle forme di solito colpisce il viso, il collo, le spalle e le braccia, le aree che sono più spesso esposte al sole.

cause e cura dell iperpigmentazione

L’efficacia della terapia laser

É stato dimostrato che vari laser riducono l’iperpigmentazione. La maggior parte lo fa indirizzando i raggi di luce sull’area interessata della pelle. Nel caso dei laser ablativi, questo processo ringiovanisce la pelle, rinnovando i strati superiori, consentendo la formazione di uno nuovo, stimolando al contempo la produzione di collagene. La maggior parte delle procedure funziona su vari livelli per ridurre la gravità di lentigo e delle rughe, eliminare il fotoinvecchiamento e trattare l’iperpigmentazione post-infiammatoria (PIH), ammorbidire e depigmentare le cicatrici causate da acne.

Le soluzioni migliori di trattamento

I laser dermatologici più comunemente usati per ridurre l’iperpigmentazione includono laser ablativi e non ablativi in entrambe le forme, sia frazionaria e non frazionaria, nonché i laser che utilizzano la tecnologia a radiofrequenza.

I laser non frazionari influenzano l’intera superficie proiettata della pelle trattata, mentre i laser frazionari colpiscono una parte uniformemente distribuita dell’area proiettata.

I laser non ablativi sono più dolci e hanno tempi di recupero più rapidi dopo l’uso, mentre i modelli ablativi sono più aggressivi, ma di solito lavorano più velocemente e possono dare risultati più impressionanti. La principale differenza nei metodi di trattamento è che i laser non ablativi colpiscono il derma per stimolare la produzione e la compressione del collagene, mentre i laser ablativi vaporizzano gli strati superiori della pelle, permettendo una formazione più densa delle nuove cellule, migliorando così il tono del derma e dell’epidermide.

Laser non ablativi

È più adatto per il trattamento di melasma, PVG e lentigo solare ed ha un effetto di ringiovanimento stimolando la produzione di collagene, levigando le rughe ed eliminando parzialmente l’iperpigmentazione derivante da danni del sole e altri fattori.

Questi includono laser frazionari, che sono considerati adatti per la maggior parte dei tipi di pelle. I dispositivi utilizzano una lente diffrattiva, che rompe i raggi di luce, trattando la pelle con i pixel, quindi alcune aree ricevono luce, mentre altre rimangono intatte. Questi laser sono progettati in modo da prendersi cura della pelle e ridurre al minimo i tempi di inattività dopo il trattamento.

I laser a picosecondi sono versioni più forti di dispositivi frazionari che penetrano negli strati più profondi del derma e sono più adatti per illuminare piccole cicatrici e PIH.

Laser orientati ai pigmenti

Questi laser sono suddivisi in due categorie principali: con l’interruttore Q-Switched e a picosecondi

I laser Q-Switched vengono spesso utilizzati per rimuovere i tatuaggi, ma sono anche in grado di risolvere i problemi dell’iperpigmentazione naturale. Questi dispositivi rilasciano energia con impulsi estremamente brevi (un miliardesimo di secondo), quindi gli accumuli di pigmenti situati più in profondità nel derma possono assorbire il calore senza danneggiare la superficie della pelle.

I laser a picosecondi emettono energia anche con impulsi più brevi rispetto ai modelli Q- Switched, così velocemente che la pelle non registra nemmeno il calore. Funzionano generando una potente onda acustica che distrugge fisicamente le particelle di pigmento, schiarendo efficacemente le aree di iperpigmentazione come le macchie solari.

Laser ablativi

Questo tipo di laser agisce sull’acqua utilizzando un raggio di luce più potente rispetto alle versioni non ablative. I laser ablativi riscaldano le molecole di acqua nei tessuti della pelle. Quando l’acqua diventa gas, le cellule evaporano.

Grazie al fatto che la luce viene assorbita dalla pelle usando i laser frazionari ablativi, essi sono in grado di generare più calore, creando ferite sulla superficie che sono più intense rispetto a trattamenti con laser non ablativi, con ablazione significativa e le conseguenti traumi che creano, traducendosi in maggior rinnovamento del collagene. Allo stesso tempo, a causa della loro intensità comparativa, la soluzione dell’iperpigmentazione richiede tempi di fermo più lunghi rispetto ad altre procedure laser. Sono più adatti per gravi danni solari e per alleviare l’iperpigmentazione post-infiammatoria.

Trattamenti a domicilio

Nonostante ci siano molti dispositivi laser sul mercato per uso domestico, è importante riconoscere che nessuno di questi prodotti utilizza effettivamente la tecnologia laser che puoi trovare nello studio del dermatologo. Le procedure laser domestiche utilizzano in genere luce pulsata intensa (IPL) e diodi a emissione di luce (LED), che sono meno precisi dei laser di livello professionale e molto meno potenti.

Di conseguenza, la loro efficacia è discutibile e, sebbene un trattamento professionale richiede solitamente più sessioni, la maggior parte dei dispositivi domestici è troppo debole per fornire miglioramenti significativi, indipendentemente dalla frequenza con cui vengono utilizzati.

Trattamenti laser per pazienti con pelle scura

Negli ultimi anni, la tecnologia laser si è sviluppata a tal punto che è possibile la cura dell’iperpigmentazione anche per i pazienti con la pelle scura possono essere trattati in modo sicuro con alcuni dispositivi, che era meno affidabile solo un decennio fa. In passato, il problema principale era che, poiché alcuni laser colpiscono il pigmento, possono confondere il tono naturale della pelle umana con l’area iperpigmentata da trattare, che può portare a ustioni o ulteriore iperpigmentazione.

Per questo motivo, la maggior parte dei laser dovrebbe essere evitata per pazienti con il tipo di pelle 5 e 6 sulla scala Fitzpatrick. Questi laser rimuovono gli strati superiori della pelle, che se applicati sulla pelle scura possono portare a iperpigmentazione permanente.

Pertanto, i pazienti con la pelle più scura dovrebbero evitare i laser ablativi, a meno che il loro dermatologo non consigli diversamente.

I modelli frazionari sono un’opzione per tutte le tonalità di pelle, perché causano infiammazione in determinati punti della pelle e non coprono uniformemente l’intera area.

Molti dei più recenti laser frazionari non ablativi, come quelli a picosecondi, possono essere utilizzati per tonalità della pelle più scure.

Poiché i loro impulsi esponenzialmente sono più veloci e producono meno calore rispetto ai laser del passato, si possono dimenticare le cicatrici sulle tonalità di pelle più scure.

Un altro laser non ablativo considerato sicuro per la pelle scura è Nd: YAG con lunghezza d’onda 1064 nm. Questi laser colpiscono ancora la melanina, ma si concentrano sul follicolo pilifero piuttosto che sul pigmento sulla superficie della pelle, stimolando la produzione di nuovo collagene. Dal momento che penetrano nella pelle fino a una certa profondità, sono considerati sicuri per le persone di qualsiasi colore della pelle.

Le persone con pelle scura dovrebbero sapere che probabilmente avranno bisogno di più trattamenti laser rispetto alle persone con tonalità della pelle più pallide. Questo perché è più sicuro fornire energia leggera alla pelle scura a velocità più lente e meno traumatiche, quindi, ci vogliono più tempo e più sessioni per ottenere risultati.

Se avete la pelle scura, un dermatologo valuterà il grado di scolorimento e il tono generale della pelle al fine di scegliere il laser migliore per il vostro tipo di pelle.

Costo del trattamento

Il costo delle procedure laser per il trattamento per la cura dell’iperpigmentazione varia notevolmente a seconda delle dimensioni dell’area da trattare, del tipo di laser utilizzato, della persona che esegue la procedura e della posizione geografica. Inoltre, la maggior parte dei pazienti richiede sessioni multiple.

L’iperpigmentazione può essere causata da una varietà di fattori, con vari motivazioni di superamento delle diverse condizioni. Il trattamento laser può ridurre l’iperpigmentazione, poiché i laser di ultima generazione sono sicuri per l’uso sulla pelle scura, che era impossibile solo fino ad alcuni anni fa.

Tags : #beautytipsbellezza visotrattamento di bellezza
AtrendyExperience

The author AtrendyExperience

Ciao a tutti siamo Sheila e Angelica trendsetter e shopping hunters. La nostra passione per la moda e i prodotti di tendenza dal mondo fashion a quello dell’home design ci hanno portato alla creazione di A Trendy Experience
#trendytips #fashiontips #beautytips

Lascia un commento / Leave a Response