La Musa di Raine Miller recensione

Siete eterne romantiche? Oggi vi presento un meraviglioso romanzo storico di Hope Edizioni La Musa di Raine Miller che apre la saga L’Eredità di Rothvale. Se non avete mai letto opere di Raine Miller vi assicuro che merita davvero per il grande romanticismo che riesce a trasmettere ai lettori!

La Musa di Raine Miller recensione

Trama La Musa di Raine Miller

E se la verità su un famoso dipinto non fosse quella che era stata raccontata? E se quella non fosse nemmeno l’opera originale e un dipinto diverso ne avesse ispirato la creazione? La storia di un dipinto… La motivazione dietro l’opera Avvampante giugno, il capolavoro del pittore romantico Lord Frederic Leighton: una donna che dorme su una sedia. Una bellezza inquietante, una fonte di ispirazione avvolta nel mistero dei tempi antichi.

1812…
Gravato dai propri scheletri di famiglia e da sensi di colpa angosciosi, Graham Everley, riluttante Lord Rothvale, ritorna da un lungo soggiorno in Irlanda per occuparsi degli incarichi che lo attendono in Inghilterra. L’ultima cosa che immagina di trovare ad attenderlo è il suo destino: Imogene Byron-Cole, una ragazza tanto adorabile quanto perseguitata da un tragico passato. Graham non riesce a staccarsi da lei, e così la sposa, nonostante una serie sempre più intricata di problemi che minacciano di distruggere le basi stesse della sua intera esistenza.
Graham e Imogene iniziano il loro viaggio insieme, esprimendo il loro amore attraverso una serie di ritratti. L’arte li cattura del tutto e alla fine diventa la loro salvezza, poiché li aiuta a superare il profondo dolore della perdita, ispirando un capolavoro.

Per leggere l’estratto di La Musa cliccate sulla copertina che trovate su Amazon cliccando qui.

La mia recensione

Raine Miller mi aveva già conquistata con il romance storico La Passione di Darius. La Musa conferma la sua bravura nei romanzi ambientati nel 1800 per la meticolosità dell’eleganza e raffinatezza dei dettagli descrittivi, degli usi, costumi e linguaggio dell’epoca.

In questo romanzo molto descrittivo, la protagonista femmile è Imogene, orfana di genitori, che viene ospitata a casa di una zia nell’attesa di prendere marito. Imogene non ha accesso alla sua eredità in quanto figlia femmina e quando si ritrova a vivere a casa della zia è molto collaborativa e quando può cerca di mantenere la sua indipendenza e libertà andando a cavallo da sola.

E’ proprio durante il salvataggio di un piccolo agnellino che Imogene vede per la prima volta Graham il protagonista maschile del romanzo. Lui è un Lord ma non ha una grande stima di sé. è il secondogenito che deve assumersi le responsabilità di casa sua quando suo fratello muore. La sua vita molto monotona e piatta viene completamente stravolta quando incrocia lo sguardo di Imogene che l’attira a tal punto di cominciare una corta molto serrata alla ragazza che a sua volta non è indifferente al suo fascino.

I due innamorati si sposano e Imogene si ritrova a scoprire gli scheletri del passato di Graham che lo perseguitano e cerca di aiutarlo a combatterli. Le difficoltà tra i due non impediscono di amarsi e la lettura si fa molto coinvolgente anche perché l’arte e il fascino della pittura ci accompagnano in questo viaggio emozionale.

Sinceramente La Musa di Raine Miller affascina e intriga da subito. Comincia con un bellissimo ritratto di donna che suscita curiosità da parte dell’occhio attento di chi lo vede per la prima volta. Da lì, noi lettori veniamo catapultati indietro nel tempo nelle meravigliose campagne inglesi dove ritroviamo la bella amazzone Imogene che ci accompagna nel viaggio della sua vita.

L’etichetta e le usanze del 1800 s0no molto rigide e non permettono molta libertà alle donne eppure, nonostante questi limiti imposti dalla società, Imogene riesce a conquistarci per la sua straordinaria voglia di vivere e per il suo amore per la libertà. La sua educazione non la fa uscire dagli schemi imposti ma la sua intelligenza la porta a un livello decisamente superiore rispetto a chi vive con lei. E’ proprio questa differenza che spicca e che trasforma Imogene in una eroina e in una Musa davvero speciale.

Personalmente mi è piaciuto molto questo romanzo perché è molto dinamico e particolare e i tormenti di Graham si oppongono al carattere solare e alle gioie di vivere di Imogene. Lui e i suoi demoni sono il buio ma lei è la sua luce, perché quando Graham è in presenza di Imogene tutto passa in secondo piano e l’amore brilla di luce propria. Devo avvisarvi che il romanzo non è tutto rose e fiori, Graham è molto possessivo e non vuole che Imogene corra rischi e vuole tenerla al sicuro, in alcuni momenti anche da sé stesso.

Ad ogni modo l’arte diventa il leitmotiv che accompagna la storia d’amore e di vita di Graham e Imogene e questo arricchisce ancora di più questo romanzo già di per sé molto ricco di dettagli e approfondimenti che ci immergono completamente nel 1800.

Per chi ama i romanzi storici ma romantici sicuramente La Musa di Raine Miller è un’ottima proposta di lettura anche da portare sotto l’ombrellone. Inutile ricordarvi che è il primo di una serie e che non vedo l’ora di leggere cosa succede nel secondo romanzo perché non vi ho detto che …

Tags : hope edizionirecensione libroromanzo storico
AtrendyExperience

The author AtrendyExperience

A Trendy Experience è il blogmag realizzato da Angelica e Sheila, blogger, webeditor, freelance appassionate di lettura e fotografia. La nostra Mission è quella di suggerire tanti consigli e novità di tendenza!

Lascia un commento / Leave a Response