close

adolescenti

idee regaloadolescenticonsigli utiliE-shopi miei acquisti onlinein famiglia

Nuovi FUNKO POP idee Regalo Economiche per adolescenti e non solo!

FUNKO POP HARRY POTTER E ANIMALI FANTASTICI

Se negli anni ottanta e novanta andavano di moda i posters dei nostri divi e personaggi preferiti oggi la nuova moda sono i FUNKO POP versioni ironiche e stilizzate dei personaggi famosi in vinile! i FUNKO POP si trasformano in una idea regalo economica ma perfetta per chi non sa cosa regalare ai ragazzi adolescenti, agli amanti di serie tv famose, agli appassionati di sport, fumetti o musica.

Vi è piaciuto un film, adorate i cartoni animati, i personaggi dei libri o fumetti? Avete una band musicale del cuore o un giocatore professionista preferito? Provate a curiosare su FUNKO POP è molto probabile che ci sia!

Nuovi FUNKO POP idee Regalo Economiche per adolescenti e non solo!

La FUNKO POPPER è la nuova tendenza che ha rapito tantissimi giovani e non solo. Così tanto che il gruppo facebook FUNKO POP ADDICT è in costante crescita. Ad ogni modo FUNKO è una azienda popolare in tutto il mondo proprio grazie a questi personaggi che sono ricercatissimi in tutto il mondo. Se non li avete mai visti fatelo ora! I personaggi sono realizzati in vinile, sono leggerissimi e il loro aspetto è ironico. Sembrano delle caricature, fatte tutte nello stesso stile, che però ci permettono di riconoscere i nostri personaggi preferiti e farci sorridere!

Proprio per questo motivo i FUNKO POP sono perfetti come idea regalo! Pensate che questi piccoli pupazzi sono apprezzatissimi proprio perché rappresentano i miti di tanti. Lo stile di questi pupazzi è ispirato alle figures giapponesi in chibi style. Hanno una altezza media di 9 cm, l’inconfondibile testa quadrata con angoli arrotondati, occhi rotondi simili a pulsanti neri, naso minuscolo.

Da Harry Potter agli Iron Maiden, dai personaggi di Fortnite a It, questi pupazzi in vinile sono oltre 3000 pezzi e oltre 180 licenze  tra le più note DC Comics, Disney, Game of Throne, Harry Potter, Marvel, Star Trek, Star Wars, The Big Bang Theory, WWE, MLB e NBA. Per gli appassionati di musica a iniziare la serie è stato Lemmy dei Motorhead e successivamente si sono aggiunti Amy Winehouse, Kurt Cobain, Jimi Hendrix, Slash, Guns n’ Roses, Metallica, AC DC, Motley Crue e tanti altri. In poche parole sicuramente tra questi pupazzi c’è sicuramente quello perfetto che fa per voi o per chi lo deve ricevere!

Nuovi FUNKO POP idee Regalo Economiche per adolescenti e non solo!

Nel mio caso, essendo fan di Harry Potter, ho collezionato i FUNKO POP di Harry Potter Edvige ed Hermione Granger versione gatto, Zouwu e Newt Scamander di Animali Fantastici.

I FUNKO POP sono davvero carinissimi, occupano poco spazio, sono un’ottima idea regalo e la scelta è così ampia che è impossibile non trovare quello che state cercando. Dove comprarli? I negozi di fumetti e i giochi elettronici sono sempre ben riforniti, ma se li cercate online da Amazon ai negozi specializzati all’ufficiale FUNKO, li trovate ovunque! I prezzi sono davvero economici, il costo si aggira sui dodici, quindici euro!

read more
adolescenticonsigli utiliin famigliaUncategorized

Hikikomori: cos’è, cause, segnali, sintomi e rimedi

hikikomori italiani segnali cause e come aiutare i ragazzi

Crescere un figlio non è mai semplice e quando tutto sembra procedere al meglio, quando gli equilibri e l’autonomia dei bambini si fa sempre più evidente ecco che arriva l’adolescenza che causa un nuovo tracollo e porta nuovi guai. E’ proprio durante questa fase che va dagli 11 ai 21 anni, che i nuovi giovani adulti subiscono vari cambiamenti non solo a livello ormonale ma anche culturale. La socializzazione si fa sempre più difficile, i cambiamenti fisici portano disagi e instabilità emotiva e sono sempre di più i giovani introversi che preferiscono isolarsi e rinchiudersi in un loro mondo. Rabbia, frustrazione, dolore prodotti dal mix intelligenza e sensibilità trascina sempre più ragazzi nel baratro dell’isolamento dell’hikikomori.

Il fenomeno sociale hikikomori è molto diffuso in Giappone dove sono oltre 5oomila le vittime accertate. Questa sindrome culturale, nel 2018, contava già 100mila casi di hikikomori italiani. Questo dato fa davvero rabbrividire ed è per questo motivo che vogliamo cercare di sensibilizzare le famiglie lanciando un piccolo campanello d’allarme verso questa sindrome sociale.

Chi sono gli hikikomori

Per prima cosa è importante sapere che l’hikikomori è uno stato fisico e psicologico che colpisce principalmente i giovani maschi primogeniti tra i 14 e i 30 anni di età.

Il termine hikikomori significa “stare in disparte“, “ritiro dalla vita sociale“. Le vittime di questo fenomeno sociale sono giovani creativi, intelligenti, introversi, sensibili che spesso hanno una situazione familiare in cui la figura paterna è assente o carente e c’è un attaccamento molto forte alla figura materna. In altri casi i genitori hanno molte aspettative nel figlio e lo mettono involontariamente sotto pressione. Allo stesso tempo a scuola sono vittime di bullismo o vivono il degrado dei loro coetanei in modo negativo. Questa visione pessimistica della società, il fallimento personale, la mancanza di integrazione porta i giovani alla scelta chiara e volontaria di isolamento e di conseguenza la reclusione sociale del soggetto. L’ikikomori quindi è una conseguenza di un malessere interiore provocato da persone e fattori sociali.

Hikikomori: cos'è, cause, segnali, sintomi e rimedi

Come si comportano gli hikikomori italiani

Gli hikikomori italiani non riescono a integrarsi socialmente, hanno poca autostima e di conseguenza forti difficoltà di comunicazione a scuola e spesso il loro rendimento scolastico li porta all’abbandono dello studio.

In alcuni casi, grazie al mondo virtuale, considerato come ancora di salvezza, il loro unico pensiero è quello di tornare a casa, rintanarsi nel loro rifugio personale, la loro camera, per accedere alla loro seconda vita, quella costruita artificialmente attraverso avatar asessuati, potenti, vincenti con cui vivono una seconda vita, non reale, fatta di videogiochi dove possono essere chi si sentono di essere. Questo avatar cibernetico è il loro alter ego, così perfetto e preponderante che col tempo li scombussola a tal punto da portarli a stare svegli di notte e dormire di giorno. La creazione di questa proiezione virtuale aiuta gli ikikomori italiani a conoscere nuovi amici virtuali con cui allaccia rapporti molto profondi e importanti. Questi soggetti però non sono da confondere con geek e nerd che hanno dipendenza da internet in quanto il web è considerato un rifugio.

Non tutti gli ikikomori italiani hanno dipendenza totale dal web, alcuni si immergono nei loro pensieri, nel loro rifiuto della famiglia e della società, nel dissenso globale proprio per la loro sensibilità che li fa dissociare da tutto quello che sentono e che vedono intorno. Per trascorrere il tempo e non pensare leggono fumetti o manga giapponesi e guardano serie tv anche particolari grazie alle web tv e alle serie che non vanno in onda sulle reti tradizionali.

Come riconoscere i segnali e intervenire

Non è sempre facile riconoscere i primi segnali che portano un ragazzo a trasformarsi in un hikikomori. Ancora oggi ci sono tantissime famiglie che danno per scontato che la vita asociale e isolata del figlio sia normale. Spesso l’allarme arriva dai professori che notano l’effettivo disagio sociale del giovane e la sua presenza “assente e non partecipativa “, Spesso questi soggetti vengono giudicati sfaticati dando semplicemente la colpa al tempo che trascorrono al pc.

Tra lavoro, impegni, problemi familiari, non è facile notare il progressivo isolamento del proprio figlio e solitamente ci si accorge di questo quando è troppo tardi, quando il giovane è già perfettamente a suo agio nella nuova vita. Quando la famiglia si rende conto del cambiamento e vuole chiarimenti, il ragazzo diventa aggressivo e si rintana ancora di più nel mondo di internet, la sua salvezza, il suo mondo felice.

LEGGI ANCHE: ansia e depressione negli adolescenti

Cosa non fare assolutamente

Il primo passo che un genitore preoccupato compie è quello di litigare con il figlio cercando di sapere perché si comporta in quel modo. La volontà legittima dei familiari di comprendere cosa lo ha indotto a cambiare porta la situazione a degenerare. L’ insistente volontà di comprendere le motivazioni del figlio ha come conseguenza un isolamento ancora più evidente da parte sua, perché si sente braccato, incompreso e violato proprio dalle persone che dovrebbero capirlo meglio di altre.

Alcune famiglie non riescono a reggere la situazione e lasciano perdere, altre invece si rivolgono a specialisti che trattano l’ikikomori come un disturbo mentale e quindi sottopongono il paziente a sedute di psicoterapia e lo trattano con psicofarmaci.

Come si interviene per salvare un hikikomori?

Il problema di base di un hikikomori è la sua sensibilità e la sua visione distorta e pessimistica della società. Per questo motivo è importante imparare a rispettare gli spazi dell’hikikomori e annullare quella sorta di ruolo genitoriale gerarchico. In questo modo la barriera che il ragazzo ha costruito anche verso i genitori comincia ad appianarsi e in questo modo è possibile ricostruire la relazione sociale familiare.

E’ importante che il ragazzo abbia un po’ di controllo della sua vita reale ma questo è difficile negli spazi di casa e nel contesto sociale in cui vive. Un suggerimento è quello di lasciare il figlio da solo per un fine settimana per responsabilizzarlo. Per spronarlo a uscire dal suo rifugio e dare una svolta costruttiva che gli permetta di tornare a vivere normalmente spesso è necessario cambiare contesto, spostarsi in un ambiente diverso, lontano dalla casa di origine e talvolta dai genitori stessi.

L’ikikomori deve distruggere le basi che ha costruito nel suo contesto sociale, sradicarsi e ricostruirsi responsabilizzandosi anche in un posto diverso dove può svelare la sua vera natura e sensibilità, dove può dimostrarsi autonomo e risocializzare con chi non lo etichetta per il suo passato ma lo apprezza per il suo presente.

Se pensate che vostro figlio o un vostro parente sia un hikikomori vi consiglio vivamente di contattare l’associazione hikikomori Italia per trovare sostegno e consigli utili per reinserire il ragazzo nella società.

read more
in famigliaadolescentiamore e sentimentoUncategorized

Ansia in bambini e adolescenti cosa possono fare i Genitori

ansia e depressione nei bambini e negli adolescenti cause e come comportarsi

La depressione, gli stati d’ansia egli attacchi di panico che ne conseguono non riguardano solo il mondo degli adulti. Anche i bambini e gli adolescenti possono essere depressi. È importante distinguere da subito i primi segnali di un problema che nel corso del tempo può diventare di difficile soluzione. Inoltre più duro e forte è uno stato depressivo e piú è invalidante ed impattante sulla vita di un bambino o di un adolescente.

ansia nei bambini e adolescenti

Sintomi di depressione nei bambini e negli adolescenti

  • tristezza o umore debole che non scompare
  • bimbo irritato o scontroso tutto il tempo
  • poco interesse per le cose che un tempo piacevano
  • stanchezza cronica
  • apatia generica
  • problemi scolastici
Ci possono essere anche:
  • problemi di insonnia o al contrario un’eccessiva sonnolenza
  • mancanza di concentrazione
  • meno interazione con amici e familiari
  • indecisione
  • scarsa fiducia in sè stessi
  • inappetenza o al contrario eccessiva fame
  • incapacità di rilassarsi
  • sentimenti di colpa e frustazione
  • un ragazzo può sentirsi vuoto o incapace di provare emozioni
  • pensieri di suicidio o autolesionismo
  • alcuni bambini e ragazzi hanno anche sintomi fisici, come mal di testa e dolori di stomaco.
I problemi a scuola possono essere un segno di depressione nei bambini e negli adolescenti e così possono comportare problemi di comportamento, specialmente nei ragazzi. I bambini più grandi che sono depressi possono abusare di droghe o alcol.

Perché mio figlio è depresso

Le cose che aumentano il rischio di depressione nei bambini includono:
  • difficoltà familiari
  • bullismo
  • abuso fisico, emotivo o sessuale
  • una storia familiare di depressione o altri problemi di salute mentale
A volte la depressione è innescata da un evento difficile da gestire, come la separazione dei genitori, un lutto o problemi con la scuola o con altri bambini. Spesso è causato da un misto di cose. Ad esempio, tuo figlio potrebbe aver ereditato una tendenza alla depressione e anche sperimentare alcuni eventi della vita difficili.

Collegamentro tre depressione e ansia negli adolescenti

Un fatto di cui molti genitori non sono a conoscenza è che un disturbo d’ansia non trattato in un bambino è uno dei principali fattori predittivi dello sviluppo della depressione da adolescente o giovane adulto“, dice la psicologa CLAUDIA DE MASI. E poiché l’ansia è la principale problematica legata alla salute mentale dei giovani, non sorprende che il tasso di depressione negli adolescenti stia aumentando. L’adolescenza è spesso il momento in cui i problemi a lungo termine che hanno a che fare con ansia e preoccupazione diventano più intensi e isolanti. Le sfide della vita sociale e le crescenti pressioni accademiche spingono i bambini verso nuove esperienze e responsabilità, insieme al lato oscuro dell’esitazione e dell’insicurezza. Difficoltà specifiche di apprendimento possono emergere mentre gli studenti assumono compiti più complicati o devono parlare in classe. Lo sport diventa più impegnativo e gli ormoni possono creare scompiglio con l’apparenza. Sia sociale, intellettuale o fisica, qualsiasi cosa può essere fonte di preoccupazione. Gli adolescenti sono presi tra il voler raggiungere e la paura di fallire, di voler appartenere e temere il rifiuto.

Cosa fare per combattere ansia e depressione di un adolescente

Ansia in bambini e adolescenti cosa possono fare i Genitori

Quindi cosa puoi fare come genitore come aiuto? Puoi iniziare prestando attenzione a come tu e la tua famiglia gestite i fallimenti e gli errori.

La ricerca ci dice in modo convincente che il tuo rapporto con l’ansia e l’incertezza – e come modifichi questo con tuo figlio – ha un impatto significativo sul modo in cui lui vede il mondo.

Quando un comportamento è giudicato abbastanza buono? Come si passa alla prossima attività? Che cosa dice la tua famiglia riguardo alle difficoltà della vita?

Potrebbe essere arrivato il momento di notare e modificare la tua risposta agli errori di tuo figlio, di allargare la conversazione alla famiglia con frasi che normalizzano le imperfezioni e gli insuccessi.

Gli adolescenti devono anche sapere che non sono tenuti a sapere tutto e che non possono prevedere il futuro. Mentre vedi un adolescente diventare ansioso, cerca opportunità per fargli sapere che questo è un momento di incertezza, ma hai fiducia nella sua capacità di risolvere i problemi lungo la strada.

Dare consigli su come gestiresti le cose potrebbe non essere prezioso come instillare invece un senso di autonomia nella sua vita, questo può significare fargli sapere che sei lì per sostenerlo mentre fa le sue scelte.

read more
App e siti utiliadolescentiCasa 2.0Featured postsin famiglianews e tendenzeTecnologia per tutti

Applicazioni sicure per spiare il telefono dei vostri figli: quali sono

Applicazioni sicure per spiare il telefono dei vostri figli: quali sono
Applicazioni sicure per spiare il telefono dei vostri figli: quali sono
Applicazioni Sicure per spiare il telefono e le App come WhatsApp

Molti ragazzi passano indenni il periodo della pre-adolescenza e dell’adolescenza stessa, ma molti altri potrebbero essere persuasi o tratti in inganno da messaggi sbagliati, dannosi e controproducenti. Per questo motivo molti genitori oculati preferiscono che il loro figlio sia controllato quando muove i primi passi sul web. Se prima contattare le altre persone e usare internet era più raro per bambini e pre-adolescenti, oggi gli stimoli sono molteplici e negare il telefono a vostro figlio potrebbe essere una scelta sbagliata.

Per questo motivo la cosa importante è che, pur avendo un telefono, questo sia costantemente controllato e al sicuro da eventuali adescamenti. In quella fase della crescita soprattutto, il dialogo è molto difficile, e molto raramente vostro figlio – per vergogna – vi dirà tutta la verità. Poi, il lato drammatico del web è il cyber-bullismo, ovvero il bullismo in “forma tradizionale” che si sposta nel virtuale. Le conseguenze potrebbero essere quindi nefaste e difficilmente cancellabili. Per scoprire tutte queste situazioni ed essere sempre al corrente di cosa fanno e dove sono i vostri figli, si può scaricare un’applicazione per spiare il telefono e le chat di WhatsApp e tante altre app che usano i giovani per controllare in quali siti navigano e cosa fanno quando sono immersi nelle loro lunghe sessioni sul cellulare.

Non tutte le applicazioni in circolo sono infatti sane. Alcune potrebbero includere contenuto pensato per maggiorenni ed altre, spesso scaricate da canali non ufficiali, potrebbero includere percorsi pericolosi come servizi televisivi hanno spesso denunciato. Ma quale applicazione scegliere per spiare il telefono ed essere sicuri al 100%?

mSpy: l’applicazione sicura ed efficace per spiare Whatsapp

Ciò da cui vi mettiamo in guardia è soprattutto diffidare da tutte quelle applicazioni che promettono cose miracolose: per la maggior parte rubano i vostri dati e quelli di vostro figlio e oltre al danno potreste subire una beffa. Per questa ragione vi segnaliamo un’applicazione sicura, ben recensita dai consumatori e adatta alle vostre esigenze che è mSpy. Basta scaricarla per poter accedere a tutte le sue funzioni come controllo dei messaggi di Whatsapp, controllo delle chiamate, delle videochiamate e di ogni tipo di chat, controllo delle applicazioni scaricate e blocco di contenuti dannosi. Spiare Whatsapp con mSpy è veramente molto facile. Le applicazioni dei giovani, però, si evolvono ed è meglio che voi siate preparati.

Per questo motivo mSpy riesce a intercettare anche la cronologia del web, anche se in incognito, leggere i messaggi e le foto su Snapchat e Skype e per chi lascia molta libertà ai figli di girare anche il controllo della posizione GPS, in modo che possiate sempre sapere dove si trova vostro figlio o vostra figlia, anche se potrebbe dirvi il contrario. Tutti questi servizi sono ottenibili ad un prezzo irrisorio e permettono di evitare molte lunghe e scoccianti discussioni in famiglia che spesso si concludono in un nulla di fatto. mSpy è uno strumento conveniente che può aiutare a superare l’adolescenza sul web in modo tranquillo e sicuro e senza troppe tragedie. Così facendo è possibile recuperare un rapporto tranquillo e sereno con i vostri figli.

read more
adolescentiFeatured postsin famiglianews e tendenzeUncategorized

Come prepararsi agli esami universitari in modo facile e personalizzato

Come prepararsi agli esami universitari in modo facile e personalizzato

È chiaro che oggi non basta un diploma per trovare un lavoro. La laurea è uno status sempre più ricercato, sia per impieghi importanti sia per lavori più semplici. A ogni modo prepararsi agli esami universitari significa dedicare la maggior parte del proprio tempo allo studio e nonostante questo spesso ci si ritrova a rallentare o addirittura ad abbandonare il cammino intrapreso.

Prima però di gettare la spugna, si possono cercare strade alternative. La soluzione è davvero semplice: affidarsi a un tutor per un’adeguata preparazione universitaria.

Conciliare studio e lavoro o superare esami universitari difficili sono sicuramente le due difficoltà principali per chi vuole laurearsi. Tensione, stress, delusione vanno ad alterare le prestazioni e lo studio si fa sempre più pesante e complicato.

Per questo motivo è consigliabile affidarsi a specialisti del settore, senza improvvisare. Avrete sicuramente sentito già parlare di Cepu, che da oltre trent’anni si occupa di assistenza e preparazione agli esami universitari. L’esperienza di Cepu riguarda tutte le facoltà e i corsi di laurea per permettere agli studenti di affrontare gli esami universitari in modo sereno e vincente.

Affidarsi a Cepu significa avere un referente didattico che progetta un piano di studi personalizzato in base alle esigenze degli studenti. A questa figura si affianca quella del tutor personale che, oltre a essere un esperto dell’apprendimento, affianca lo studente nel suo percorso di formazione, per facilitare lo studio con strategie mirate e personalizzate. Cepu conosce a fondo la realtà universitaria e le problematiche di chi studia.

Grazie a Cepu è possibile pianificare anche un solo esame universitario oppure l’intero percorso di studio. In ogni caso il tempo da dedicare agli studi viene ottimizzato al massimo e gli orari degli incontri vengono decisi in base alle esigenze dello studente.

Il tutor Cepu, oltre ad avere conoscenze disciplinari specifiche, è anche un esperto dell’apprendimento che progetta e costruisce il percorso didattico dello studente, ne valorizza le capacità individuali e lo assiste per tutta la durata del percorso intrapreso.

Come prepararsi agli esami universitari in modo facile e personalizzato

read more