mamme

Maternità: qual è il periodo ideale per rimanere incinta

come rimanere incinta in modo naturale
Molte donne, che desiderano avere dei figli, si chiedono quali siano i giorni fertili per rimanere incinta. Del resto, conoscere esattamente il periodo per rimanere incinta aumenta le probabilità di concepire. Se è vero che alcune donne non hanno nemmeno necessità di fare questi calcoli e raggiungono facilmente la gravidanza, va comunque considerato che si tratta di un numero piuttosto limitato di persone, mentre la maggior parte non raggiunge subito la gravidanza. Infatti, le statistiche dicono che solo una coppia su tre concepisce nel primo mese di tentativi e, man mano che l’età media dei due partner si alza, il tempo necessario al concepimento aumenta. Dopo i 35 anni, per esempio, è necessario mediamente almeno un anno di tentativi. Quindi, conoscere qual è il momento migliore per rimanere incinta è senza dubbio utile. Concepimento: come aiutarlo  Si sa che, perché si possa raggiungere il concepimento, è necessario che il liquido
Continua..

Benessere, piccoli (ma positivi) consigli per le donne in gravidanza

Benessere, piccoli (ma positivi) consigli per le donne in gravidanza
Quando una donna vive il momento della gravidanza sa che benessere e serenità sono molto importanti. Durante i nove mesi che precedono il fatidico momento del parto, possono sorgere dei dubbi, si possono vivere dei momenti di difficoltà e, proprio per questo, dei consigli per vivere la gravidanza in maniera serena risultano essere utili. Si tratta, nella maggior parte dei casi, di suggerimenti che possono apparire semplici, ma che sono preziosi per chi vive quei momenti con tutta l'attesa per il grande giorno, le ansie connesse e tutte le emozioni che si provano nei nove mesi. Consigli utili per una gravidanza serena Vivere al meglio questo periodo è fondamentale. Non ci si deve stressare e si devono tenere lontane, per quanto possibile, tutte le ansie. Si tratta, del resto, della nascita di una nuova vita e per molte donne questo è, senza dubbio, il momento più bello di tutta la
Continua..

Parto estatico: che cos’è?

Parto estatico: che cos'è?
Il parto estatico è un'esperienza di nascita che trascende uno stato normale. Le parte anatomiche del corpo della donna utilizzate durante il sesso e la nascita sono le stesse. Gli ormoni del piacere che sono presenti durante l'attività sessuale sono presenti anche alla nascita e in quantità molto maggiori. La "tecnica" venne esposta per la prima volta ad un congresso medico a Parigi nel 1985 dalla sessuologa scientifica Juan Merelo Barbera, raccogliendo testimonianze di donne che hanno avuto nascite orgasmiche. Il parto orgasmico non è prodotto dall’attrito della testa del feto nella vagina. Si verifica perché il movimento dell’utero è di per sé un produttore di piacere, dove i muscoli lavorano ritmicamente, come il normale processo sessuale. Frederick Leboyer, ostetrico e ginecologo francese teorico del "parto dolce", affermava che nel parto naturale l’utero si contrae molto lentamente e somiglia al respiro di un bambino durante il sonno tranquillo e si
Continua..

Figura Materna: perché la mamma è importante

Figura Materna: perché la mamma è importante
La figura materna è fondamentale per ogni neonato dal primo istante di vita. Inutile pensare solamente al neonato, la vita comincia dal momento in cui il bambino si trova nel grembo materno e comincia a formarsi. Madre e figlio, in simbiosi, si scambiano segnali e il feto percepisce non solo l'affetto ma anche tutte le emozioni e tensioni che la madre inconsciamente trasmette. Per questo è importante cercare di vivere una gravidanza il più serenamente possibile. Bisogna ragionare e comportarsi in modo responsabile perché non si è più sole. il legame mamma e figlio La mamma è importante. E' una frase comune ma reale. L'imprinting col proprio figlio si ha nelle prime ore di vita, lo scambio empatico e fisico che si ha dopo il parto è fortissimo. Per questo motivo dopo la fase espulsiva l'ostetrica ci mette in braccio il nostro cucciolo. Dopo il parto è il battito del
Continua..

Il miglior modo per conciliare il lavoro con le esigenze della famiglia? Diventare imprenditrice

diventrare imprenditrice come fare e dove appoggiarsi per aprire la propria attività
Formare una propria famiglia è il sogno di molte donne, alcune delle quali hanno a cuore anche il proprio lavoro che molto spesso nel nostro paese viene messo in discussione. Si sa, ancora oggi la famiglia sembra scontrarsi con la figura di una donna che lavora e che ama sentirsi soddisfatta anche professionalmente, senza niente togliere alla vita di tutti i giorni, ma anzi rendendola ancora più ricca.   Un problema che molte donne hanno risolto puntando tutto sulla loro indipendenza scegliendo di diventare imprenditrici in modo da poter gestire il proprio tempo come meglio credono e nel modo che più si confa alle necessità familiari. Insomma, conciliare il lavoro con le esigenze della famiglia si può, servono soltanto organizzazione e un pizzico di coraggio, prerogativa di chi decide di buttarsi nell’esperienza della vita da imprenditrice. Non si può nascondere però che si tratti di una sfida che ogni giorno
Continua..

Tutine neonato made in italy, dove comprarle e come sceglierle

Tutine neonato made in italy, dove comprarle e come sceglierle
L'arrivo di un bebè è sempre motivo di grande emozione e il primo passo per accoglierlo con amore è preparare il suo corredino o scegliere un piccolo pensiero per la sua nascita. Come scegliere la tutina neonato Il neonato non ha bisogno di giocattoli ma necessita di abbigliamento bello e confortevole. Quotidianamente si usano due cambi, uno per il giorno, uno per la notte. Per la serenità di ogni mamma è importante avere una buona selezione di tutine neonato per avere sempre i cambi pronti all'uso, soprattutto in inverno quando tra umidità e freddo i capi lavati si asciugano più lentamente. I tessuti La prima selezione da fare quando si sceglie una tutina per il neonato è la stagione in cui andrà indossata. Le tutine neonato si distinguono in base ai tessuti e alla stagionalità. In autunno e inverno. Vanno preferiti gli abiti in fibre naturali perché favoriscono la traspirazione
Continua..

Richiamo degli Angeli la collana della gravidanza

Richiamo degli Angeli la collana della gravidanza
Richiamo Degli Angeli, il chiama angeli originale La gravidanza è un momento della vita unico ed emozionante. La delicatezza di questo miracolo naturale deve essere celebrato con un pensiero speciale come il bellissimo gioiello chiama angeli Richiamo Degli Angeli collana chiama angeli modello Dolce Luna RICHIAMO DEGLI ANGELI Richiamo degli angeli tra funzione e tradizione Se solo avessi avuto un gioiello così  intensamente importante quando aspettavo mia figlia lo avrei indossato notte e giorno. Il significato del chiama angeli è così positivo che ogni futura mamma ne dovrebbe ricevere uno dalla persona amata. Il chiama angeli è una collana pendente che contiene un minixilofono. Indossata sulla pancia il piccolo ospite viene cullato dal delicato suono di questo gioiello oltre che dal battito del cuore della mamma. Alla fine della gravidanza questo ciondolo viene usato per cullare il bambino e farlo addormentare. La tradizione vuole che il chiama angeli venga regalato
Continua..

la collana chiama angeli, il regalo perfetto per le mamme in dolce attesa

la collana chiama angeli, il regalo perfetto per le mamme in dolce attesa
Il richiamo degli angeli è un ciondolo pendente in argento  che sfiora l'ombelico della mamma in dolce attesa. Il chiama angeli è un simbolo di protezione e il suo nome più noto è bola messicana. Questo gioiello ha un importante valore per il piccolo neonato perché i richiami degli angeli hanno un valore davvero speciale. All' interno della sfera  è presente un mini xilofono che, dondolando, crea dei suoni dolci, delicati, confortanti. Perché si usa il chiama angeli? Usare la collana degli angeli durante la gravidanza significa far conoscere al feto un suono melodioso che lo culla nei mesi di gestazione. Successivamente questo ciondolo servirà per cullare e tranquillizzare il neonato che ricorderà quel suono dolce che ha accompagnato tutta la sua formazione. Pensate che il feto sente i rumori dalla sedicesima settimana di gestazione e ha come rumore confortante principale il battito del cuore della sua mamma. Più le settimane passano
Continua..

Viaggiare in gravidanza: Cinque preziosi consigli

Viaggiare in gravidanza: Cinque preziosi consigli
Viaggiare in gravidanza: cinque preziosi consigli Quando si aspetta un bambino, molte delle cose che si facevano prima senza alcun problema cominciano a suscitare perplessità: si può viaggiare in gravidanza? Certo che sì! La gravidanza non è una malattia: è possibile partire senza avere nessun timore seguendo alcuni piccoli accorgimenti che vi renderanno il viaggio più sicuro e confortevole. Eccovi alcuni preziosi consigli per trascorrere la vostra vacanza in dolce attesa in maniera più serena possibile. COSA PORTARE: la futura mamma deve necessariamente portare con sè, oltre al passaporto o alla carta d’identità, la cartella medica della gravidanza (completa di esami, ecografie e prescrizioni mediche) e la tessera sanitaria (necessaria per i servizi di pronto soccorso). Nel kit di famaci non devono mancare fermenti lattici, un antiacido ed un antifebbrile. MARE SI O NO: assolutamente sì!La vacanza al mare dona alla donna incinta benessere fisico e mentale: l’aria ricca di
Continua..

I sintomi della gravidanza

segnali gravidanza
I primi sintomi della gravidanza C'è chi l'attende da tanto tempo, c'è chi l'ha programmata, c'è chi ci rimane senza averla pianificata. La gravidanza quando arriva si fa sentire con segnali diversi da donna a donna Quanto conosci il tuo corpo? La gravidanza avviene in pochissimi mesi nei quali i nostri ormoni e corpo si modificano velocemente per creare l'ambiente perfetto per il futuro nascituro. Più confidenza abbiamo con il nostro corpo più è facile cogliere quelle differenze che da un giorno all'altro cominciano a manifestarsi. I primi sintomi della gravidanza Non è l'assenza di mestruazioni, l'amenorrea, il primo segnale di una gravidanza. Spesso è la tendenza a urinare più frequentemente uno dei primi sintomi della gravidanza. A questo si aggiunge una lieve tensione al basso ventre e per alcune dolore ai reni. A questi si aggiunge un senso di stanchezza ingiustificato, una sorta di malessere che preannuncia l'influenza. Il
Continua..