I trucchi per una cucina ordinata e organizzata

La cucina è il locale più importante della casa. In questo ambiente si conservano e si preparano e cucinano i cibi. Per questo motivo è importante avere una cucina ordinata e organizzata, che sia piccola o grande non fa differenza. Ecco tutti i consigli per avere una cucina pulita e in ordine.

Solo chi deve gestire una cucina sa l’importanza della pulizia e praticità di questo ambiente. Non ha importanza l’età del mobilio e il suo aspetto estetico quando si parla di cucina ordinata e organizzata ma ci si riferisce a come e dove tenere gli alimenti, gli utensili e i prodotti per la cucina.

Chiaramente avere una cucina nuova o vuota è la soluzione migliore. Partire da zero ci facilita il compito e ci permette di organizzare gli spazi come meglio crediamo.

READ: soluzioni salvaspazio per una cucina piccola

Come avere una cucina ordinata: la selezione

Per chi invece è stufo di ritrovarsi in mezzo al caos la regola è pulire e svuotare tutti i mobili della cucina due volte all’anno per fare una cernita di tutti gli alimenti non consumati e gli utensili vecchi o inutilizzati. Questa tecnica è un vero e proprio decluttering della cucina che ci permette non solo di pulire gli spazi ma anche di organizzarli in modo più efficace.

READ: Come fare Decluttering

E’ necessario avere del tempo libero a disposizione per effettuare il decluttering della cucina. Per questo consigliamo di dedicare a questa operazione un weekend.

Riorganizzazione della credenza e delle scorte alimentari

Si procede svuotando uno alla volta gli scaffali della credenza con gli alimenti. Si dispone tutto il contenuto sul tavolo della cucina e si fa una selezione in base alla data di scadenza e tipo di consumo. Se la scadenza di alcuni alimenti è ravvicinata questi, dopo aver pulito e disinfettato il mobile dovranno avere la precedenza nel loro consumo e di conseguenza andranno disposti ben in vista e magari essere cucinati nel week end stesso. Per evitare l’accumulo di cibo, ci si accorge di quello che si ha solo quando le credenze vengono svuotate è sempre meglio evitare di fare scorte eccessive se non si è numerosi altrimenti si rischia un accumulo e tante eccedenze da buttare o mangiare contro voglia. Per gli amanti del risparmio consigliamo di evitare quindi di acquistare alimenti poco graditi e solo generi alimentari e scatolame che effettivamente viene consumato con frequenza.

READ: i frigoriferi di nuova generazione

Questo lavoro è il più importante perché ci permette di capire quanti acquisti inutili sono stati effettuati e dovrebbe sensibilizzarci per una spesa più intelligente.

La selezione degli utensili

Un lavoro più certosino per avere una cucina ordinata e organizzata è sicuramente la selezione degli utensili da cucina. In questo caso si svuotano tutti i vani con le pentole, coperchi, piatti e posate. Il decluttering riguarda tutti gli utensili che non usate. Spesso in questa selezione vi accorgerete di avere molti doppioni. Il consiglio è di eliminare buttando le cose che sapete bene di non utilizzare e gli utensili vecchi e rovinati e inscatolare gli utensili che usate raramente. Per gli articoli da inscatolare consigliamo di fare una lista con il contenuto della scatola per permettervi di ritrovare in modo veloce ciò che avete temporaneamente eliminato dalla cucina.

La selezione dei piccoli elettrodomestici

Spesso ci troviamo a ricevere dei piccoli elettrodomestici in regalo. Li conserviamo negli armadi della cucina e non li utilizziamo perché non ci interessano oppure non sappiamo usarli. Il tempo li danneggia e tenerli inutilizzati è un peccato. Per questo potete provare a rivenderli oppure a donarli a chi li apprezzerà. Durante il decluttering oltre agli elettrodomestici inutilizzati si aggiungono quelli vecchi e datati che non vi servono più. Questi vanno eliminati presso la discarica della vostra città.

Selezione dei prodotti per la pulizia della cucina

Ultima cosa è verificare quanti e quali prodotti per la pulizia della cucina avete. Se siete degli accumulatori seriali potreste trovarvi ad avere sotto il lavello o nel mobile preposto più flaconi di detersivi aperti e mai finiti che ingombrano inutilmente. In questo caso il consiglio è quello di terminare uno alla volta questi flaconi prima di acquistarne di nuovi, evitando quindi di cedere alla tentazione di sconti e promozioni.

Come riorganizzare gli spazi

Dopo aver fatto la selezione degli alimenti, degli utensili e piccoli elettrodomestici dei prodotti per la pulizia della cucina, per avere una cucina ordinata e organizzata è bene ridistribuire in modo intelligente tutto quello che avete salvato.

aumentare gli spazi interni ai mobili

Se avete bisogno di creare degli spazi all’interno della credenza potete far aggiungere da vostro marito o da chi vi aiuta con i lavoretti di casa comode cassettiere con divisori e ripiani. In questo modo, creando più piani potete stivare al meglio pentole, coperchi e piatti. La cassettiera con vani è un’ottima soluzione anche per le posate, mestoli, forchettoni e tutto quello che vi occorre per la preparazione e consumo dei cibi.

Altezza e profondità

Per sfruttare le profondità e le altezze dei mobili oltre a usare nuove mensole e divisori è importante usare anche comodi agganci verticali e contenitori organizer, carrellini verticali estraibili da infilare tra il muro e il mobile della cucina e carrelli con ruote.

Sulla cucina stessa, potete usare mensole e ripiani pensili chiusi o aperti per le erbe aromatiche e tutto quello che vi serve per la preparazione dei cibi.

Per evitare di creare confusione in famiglia evitare di spostare drasticamente tutto quello che avete riordinato e riorganizzato ma di mantenere le stesse disposizioni. In caso di un trasferimento potete usare dei “postit” e dei piccoli promemoria per chi non ha ancora imparato la nuova disposizione!

Ultimi consigli

Educare all’ordine

Avere una cucina ordinata e organizzata significa anche educare chi la utilizza e chi convive con voi a mantenerla in ordine e pulita. Il rispetto reciproco è importante quando si hanno spazi comuni importanti come questo ambiente. Per questo motivo è importante educare e abituarvi a far buttare tutti gli avanzi nei rifiuti, i piatti e i bicchieri delle consumazioni fuori pasto lavati e posizionati negli appositi spazi per scolare o nella lavastoviglie.

Comprare solo il necessario

Ridurre l’accumulo di provviste inutili è un altro modo per avere maggior controllo sulla cucina e il suo ordine. Con questo non voglio dire di non fare provviste ma di acquistare solo scatolame, pasta, riso, conserve che verranno consumate entro due o tre mesi al massimo per evitare che scadano o che finiscano nel dimenticatoio e in fondo alla credenza dove poi potranno giacere per un anno e magari scadere.

Tags : consigli per la casala mia cucina
AtrendyExperience

The author AtrendyExperience

A Trendy Experience è il blogmag realizzato da Angelica e Sheila, blogger, webeditor, freelance appassionate di lettura e fotografia. La nostra Mission è quella di suggerire tanti consigli e novità di tendenza!

Lascia un commento / Leave a Response