Piercing belli quali fare in base a tendenze, significato e dolore

I piercing oggi fanno parte della normalità. Sono sempre più i giovani che li fanno e che li mostrano tranquillamente anche durante gli orari di lavoro. I tempi dunque sono cambiati e la body art e la voglia di personalizzarsi con un gioiello sul viso o sul corpo è sicuramente una delle tendenze più amate. In questa guida vi presentiamo i piercing belli, quelli di tendenza, i piercing meno dolorosi e quelli più dolorosi, e alcuni suggerimenti utili su quali fare e quelli da evitare.

Regole fondamentali da conoscere

Per prima cosa è importante dirvi che fare un piercing oggi è davvero facilissimo. Sono sempre di più gli studi di tatuaggi che ospitano periodicamente piercer professionisti proprio per agevolare questa pratica. In questo modo si evita il fai da te che è assolutamente sconsigliato. I piercing vanno fatti da personale professionista esperto, che ha seguito i corsi anche igienici per poter limitare i rischi di infezioni e rigetto di questi gioielli.

Fare un piercing significa curarlo e tenerlo sempre ben pulito e asciutto. La manutenzione di questi fori deve essere quotidiana e, quando si è dentro e fuori casa è sempre necessario prestare attenzione a tutto quello che può essere rischioso per la vostra salute. I gioielli possono incastrarsi negli abiti, possono surriscaldarsi a contatto con bevande troppo calde, possono essere ingoiati se si trovano nel cavo orale, possono essere urtati se si trovano sul vostro viso, possono infettarsi con molta frequenza se sono sulle vostre orecchie.

Se dovete farne uno dunque recatevi da un professionista, se non conoscete nessuno cercate tra i vostri contatti chi ha già piercing e chiedetegli come è stata la loro esperienza. Il piercer deve essere professionale ma anche gentile e mettervi a vostro agio prima di procedere con l’operazione di foratura quindi è importante sceglierne uno bravo in tutti i sensi. Dall’altra parte lui per primo vi darà i consigli utili su come pulire la zona forata e come comportarvi in caso di arrossamenti ma il lavoro principale di osservazione e manutenzione spetta a voi che dovete essere maturi quanto basta da prendervene cura in modo attento.

Piercing belli di tendenza

I piercing di tendenza degli ultimi anni sono il Septum, l’Eyebrow, il Trago, il Navel, il Nipple, e il microdermal.

guida completa ai piercing
  • Il Septum di cui vi ho già parlato parecchie volte è un molto amato soprattutto dalle donne, che viene effettuato forando la parte di pelle che si trova sotto la cartilagine che separa le narici del naso. Questo gioiello può essere nascosto all’interno del naso se si usa il circular barbell oppure può essere ben visibile usando un gioiello chiuso come quelli indossati dalla cantante Rihanna per farvi un esempio famoso. Questo tipo di piercing è davvero bello e sensuale, ed è uno dei più popolari tra i giovanissimi in quanto è il nuovo piercing al naso.
  • L’Eyebrow è il piercing al sopracciglio ed è molto popolare tra i giovani maschi in quanto simboleggia la virilità e il maschio alfa, virtuoso, forte. E’ un piercing che dà carattere e proprio per questo è un gioiello molto amato anche da sportivi e da cantanti.
  • Il Trago è il piercing che viene fatto forando la cartilagine del trago, la sporgenza triangolare che si trova fuori dal padiglione auricolare. Questo piercing è molto amato sia da donne sia da uomini ma non tutti possono farlo in quanto l’area deve essere abbastanza grande per poter ospitare il gioiello senza problemi.
  • Il navel, è il gioiello all’ombelico è un must di tendenza soprattutto femminile in quanto sta bene anche a chi non ha la pancia con la tartaruga. E’ un piercing sensuale, molto amato e sfoggiato tutto l’anno grazie alla moda dei top crop, e, nonostante la sua lenta cicatrizzazione è uno dei più apprezzati e desiderati dal mondo femminile.
  • Il nipple è quello che si fa ai capezzoli. Uno per i maschi, due per le femmine. In entrambi i casi simboleggia la sensualità di chi lo porta.
  • Il microdermal è una via di mezzo tra innesto e piercing, è un gioiello incastonato sottopelle e fissato con una placchetta sotto il derma. il dermal piercing è bellissimo e di super tendenza in quanto è un punto luce che può essere fatto in vari punti del corpo.

I piercing più dolorosi

I piercing sono belli ma chiaramente non sono indolore. Il dolore è soggettivo, varia da persona a persona e dipende anche dalla zona che viene forata.

Tra i piercing più dolorosi troviamo il microdermal in quanto oltre all’incisione la placca viene inserita sottopelle con un attrezzo che svuota la parte per inserire il gioiello. Questa operazione è molto fastidiosa, i tempi di guarigione sono abbastanza lunghi e il rischio di rigetto sono molto elevati.

Anche se sembra banale, tutti i piercing alle orecchie, lobi esclusi, sono tra i più dolorosi, perché la zona forata è quella della cartilagine. Tra tutti quello più fastidioso e doloroso è l’helix piercing che si trova in una posizione abbastanza infelice e ci mette anche tanto tempo a guarire, seguito dal trago. I piercing alle orecchie sono davvero tantissimi ma, escludendo i standard lobe, i classici buchi alle orecchie, sono tutti abbastanza dolorosi. Inoltre, questi fori, si infiammano facilmente e i rischi di infezione sono davvero alti, basta dormirci sopra o appoggiare l’orecchio nel modo sbagliato per innescare un’infiammazione.

Un altro piercing doloroso è il piercing al capezzolo che è molto sensibile viste le tante terminazioni nervose e l’Eyebrow piercing per lo stesso motivo.

Ad ogni modo il dolore è più forte durante l’applicazione del gioiello nel post post foratura, quando il piercer lo fa passare nel cannula. Subito dopo questo fastidio comincia a passare e in uno o due giorni, per i piercing più complessi, sparisce.

Piercing meno dolorosi

I piercing si effettuano forando con un ago speciale la pelle. E’ chiaro dunque che non si può parlare di indolore, ma di dolore minimo. Il piercing meno doloroso è lo Smiley piercing, che viene fatto forando il frenulo labiale superiore. Essendo uno strato di pelle molto sottile il dolore della foratura e post foratura è limitato.

piercing belli, di tendenza e livello di dolore

Anche il piercing septum e quello all’ ombelico sono due fori non molto dolorosi e proprio per questo motivo sono molto apprezzati e popolari tra le ragazze. Con meno dolorosi si intende su una scala di dolore da 1 a 10 un valore che si aggira intorno al 3.

Chiaramente questo è soggettivo ma la maggior parte delle persone che si sottopongono a questa pratica dicono che il male è molto relativo e comunque limitato a pochissimi istanti. Tenete presente che la foratura dura un secondo e che l’applicazione del gioiello che viene infilato nel foro dura qualche secondo in più, si può dire che il massimo livello di dolore è di un paio di minuti.

Nelle ore successive la zona sarà più sensibile e in alcuni momenti potrà darvi qualche fastidio, ma cosa c’è di più bello che prendere uno specchio e ammirare il nuovo gioiello che avete fatto? Pochi secondi di male non sono davvero nulla rispetto alla soddisfazione di avere il nuovo piercing!

Tags : #beautytipsbodyartmicrodermal piercingpiercingpiercing labbrapiercing nasopiercing ombelicopiercing orecchiopiercing viso
AtrendyExperience

The author AtrendyExperience

A Trendy Experience è il blogmag realizzato da Angelica e Sheila, blogger, webeditor, freelance appassionate di lettura e fotografia. La nostra Mission è quella di suggerire tanti consigli e novità di tendenza!

17 commenti

  1. Alla mia età ormai il piercing non è più appropriato mae in passato non l’ho fatto proprio per timore di infezioni ma ora capisco che bisogna affidarsi a dei professionisti.

    1. Sinceramente non mi hanno mai attirato i piercing forse perché ho paura degli aghi…e se me lo chiedesse mio figlio non saprei proprio cosa dirgli sono impreparata.

  2. Mia sorella ha il navel: è una giovane ventenne con un bel fisico, quindi le sta davvero bene. Mi piace molto quel piercing, ma io ho una soglia del dolore molto bassa e ho paura a farne uno… poi forse non ho più nemmeno l’età.

  3. Proprio con le mie alunne parlai tempo fa dei piercing, della loro bellezza, “manutenzione”e anche dolore. Personalmente mi piace quello all’ombelico mentre invece non apprezzo il septum.
    Maria Domenica

  4. Tutto quello che é associato alla parola dolore non fa per me, quindi per qundo alcuni piercing mi piaccino come quello all’ombelico non creedo che avrò mai il coraggio di farli

  5. Mi sono sempre piaciuti i piercing, ne ho avuti pure qualcuno, a mio parere forse adatti per i più giovani o almeno io ho amato farli in adolescenza e poi ne ho perso l’interesse..

  6. Ammetto a mani bassa di essere una fifona, quindi non mi importa se il dolore sia poco o tanto… non fa per me. Per quanto mi piacciano sugli altri.

  7. mi è sempre piaciuto quello all’ombelico ma non ho mai trovato il coraggio. però mai dire mai perchè anche coi tatuaggi dicevo così e ora ne ho 2

  8. l’ho vista sempre come una cosa molto invasiva, ma dipende dai gusti delle persone, questi ad esempio sono molto delicati, piacevoli da vedere

  9. L’unico piercing che ho sempre voluto fare (ma non credo farò più) è quello al labbro. Volevo mettere l’anellino aperto con le due palline al lato destro del labbro inferiore. Alle orecchie ho il classico buco al lobo e poi uno alla parte superiore dell’orecchio, dolore sentito zero sinceramente. Ho sentito solo un brivido e tanto freddo, ma dolore niente.

  10. personalmente non mi ha mai attirato il piercing, tra l’altro essendo allergica al nickel ho anche paura …. ho trovato però interessante il tuo articolo perchè non conoscevo tutti i nomi dei vari piercing

Lascia un commento / Leave a Response