Tendenze Moda: stili di moda e tipi di abbigliamento dal Dandismo al No Gender

tutti gli stili di moda da fine ottocento a oggi

La moda, nel contesto abbigliamento, è una forma di comunicazione nata per rappresentare l’evoluzione della società. In poche parole nuovi stilisti lanciano un messaggio perché vogliono lasciare un segno nella società ed ecco che nascono nuovi status e nuove tendenze che creano, con il tempo, nuovi stili di moda che vengono accolti dalla massa e interiorizzati a tal punto di farli diventare uno stile di vita influenzato dai cambiamenti sociali e dai messaggi che arrivano dalla musica e dal cinema. Oggi a distanza di qualche decennio per alcuni, anno per altri, possiamo identificare le varietà di moda in tipologie ben distinte nate proprio in periodi storici ben precisi, grazie a nuovi influencers e nuovi stili di vita ed ecco una panoramica sulla storia della moda dall’ottocento a oggi.

Per questo motivo abbiamo pensato di raggruppare i maggiori stili di moda che hanno caratterizzato la storia della moda della nostra società negli ultimi decenni.

LEGGI ANCHE: STILI DI MODA UOMO

Tendenze Moda: stili di moda e tipi di abbigliamento dal Dandismo al No Gender

Il viaggio nella Storia della Moda

Ogni stile di moda ha il suo periodo storico e influenza. La società malleabile e mutevole ha lasciato il segno e la popolazione lo ha accolto trasformando un modo di vestire in una vera e propria tendenza moda. Oggi è possibile ricreare la maggior parte degli stili, che ancora oggi sono evergreen molto amati da tantissimi e che ispirano le nuove generazioni e allo stesso tempo ha dettato un vero e proprio codice di abbigliamento il famoso dress code:

leggi quali sono gli 8 codici di abbigliamento previsti dal dress code cliccando qui

LO STILE DANDY fine XIX secolo

Il dandismo è un movimento culturale inglese della fine dell’ottocento in cui eleganza, finezza e originalità trasformavano il modo di vestire dei gentleman. In poche parole tutti i capi di abbigliamenti venivano indossati come fossero opere d’arte. La ricerca di perfezione non era solo nel vestire ma anche negli atteggiamenti e nell’originalità. Uno dei massimi esponendi del dandismo è Oscar Wilde!

L’abbigliamento dandy era caratterizzato da capi completi scuri accompagnati da dettagli colorati, eccentrici che davano quel tocco di personalità a un look già perfetto nella sua eleganza. Sono proprio gli accessori come cravatte, fazzoletti nel taschino, guanti a far la differenza. Ancora oggi lo stile dandy è molto amato anche dalle donne “esteta” dall’amore smisurato per il bello.

Tendenze Moda: stili di moda e tipi di abbigliamento dal Dandismo al No Gender
stile dandy collage di immagini di pinterest stile dandy

LO STILE COUNTRY 1920 ca

Lo stile country nasce negli USA del sud nei primi decenni del novecento grazie alla nascita dell’omonimo genere musicale. La vita negli allevamenti e nei campi, l’uso quotidiano di abbigliamento comodo e allo stesso tempo durevole danno vita a questo modo di vestire che è anche un modo di vivere e che ancora oggi è apprezzatissimo in USA e non solo. Tipici della moda country sono i capi in Jeans, camicie a quadri, stivali alla texana, cinture in pelle con grandi fibbie e cappelli a falda larga tipici dei cowboy. Io adoro molto questo stile e spesso in estate partecipo a serate country dove il dress code impone proprio questo genere di abbigliamento!

Tendenze Moda: stili di moda e tipi di abbigliamento dal Dandismo al No Gender
moda country collage di immagini da Pinterest stile country

STILE HIPSTER anni 40

Negli anni 40 negli USA nasce il movimento hipster di giovani anticonformisti del ceto medio e benestante che crearono questa subcultura molto sensibile alla politica pacifista, ecologista, dove veganismo e stile di vita alternativi, associati a jazz e musica indie hanno rivoluzionato la cultura giovanile. Lo stile Hipster era molto particolare e originale. Magliette con slogan stencilati, cappelli in paglia, larghe felpe, cardigan, scarpe da ginnastica occhiali enormi, tagli asimmetrici. Gonne corte, vestiti usati, jeans o pantaloni a trama a quadri. Scarpe basse sciarpe, foulard, cappelli in paglia, pantaloni skinny con risvolto.

Tendenze Moda: stili di moda e tipi di abbigliamento dal Dandismo al No Gender
stile Hipster collage di immagini di Pinterst moda hipster

LO STILE BON TON anni 40 e 50

La particolarissima Audry Hepburn è l’icona di questa tendenza moda ultra femminile, elegante, ordinata, raffinata che viene amata da tantissime donne. Nello stile bon ton Il vestito femminile più ricercato è il tubino nelle varianti blu, nero o pastellate, i tessuti ricercati sono quelli leggeri, scivolati, i pantaloni più usati quelli capri e a sigaretta mentre le camicie vengono decorate con eleganti fiocchi o rouches accompagnati da golfini e maglie con scollo a barca o classico accompagnati da gonne longuette ballerine o tacchi di cinque centimetri.

Tendenze Moda: stili di moda e tipi di abbigliamento dal Dandismo al No Gender
moda bon ton immagini di Pinterest stile bon ton

STILE HIPPIE anni 60

Lo stile hippie è una tendenza moda nata dall’omonimo genere musicale che nasce negli anni ’60 dal movimento di controcultura statunitense che si è diffuso successivamente in vari paesi del mondo. Hippie deriva da Hopster i beatnik. I figli dei fiori, gli hippie, vestivano con abiti decorati con fiori, stoffe dai colori vivaci, maglie con slogan di pace. A questi si affiancano gonnelloni alla gitana. Abiti tunica. Jeans a zampa, gilet e borse con frange, sandali artigianali e stivali in cuoio o camoscio il tutto accompagnato da una marea di bracciali handmade fatti con cuoio e corde colorate, orecchini e collane.

Tendenze Moda: stili di moda e tipi di abbigliamento dal Dandismo al No Gender
Immagini stile hippie di Pinterest moda hippie

STILE PREPPY anni 70

Tendenze Moda: stili di moda e tipi di abbigliamento dal Dandismo al No Gender

Lo stile preppy è lo stile di moda nato negli anni settanta che ha come protagonisti i figli di papà che frequentavano scuole private. A caratterizzare questa moda abbiamo polo, cardigan, giacche in tweed gonne plissettate a quadri, cravatte, scarpe oxford e ballerine che davano vita all’uniforme collegiale di quegli anni e che oggi è ancora apprezzatissima e popolare anche per le serie tv famosissime come Gossip Girl che hanno fatto diventare lo stile preppy una moda internazionale amatissima da tutte le giovani fasce d’età.


STILE PUNK anni 70

STILE PUNK

Sempre negli anni 70 in contrapposizione allo stile Preppy nasce il punk, uno street style androgino nato dalla moda musicale punk e rock che ha come must capi come giacche in pelle, borchie e anfibi, capi di abbigliamento con tessuti leopardati, tartan, pelle mixati tra loro con capi dai colori neri o ultra vivaci per uno stile davvero unico e ben identificabile. A questo si aggiungevano pettinature cotonate e colori di capelli fluorescenti e make up anche per i maschi.

GLAM ROCK anni 70

Tendenze Moda: stili di moda e tipi di abbigliamento dal Dandismo al No Gender

Il glam rock non è solo un genere musicale londinese degli anni 70 ma un vero e proprio stile di abbigliamento fatto di tessuti pregiati, lustrini, paillettes, abbinati a capi basici come maglie in cotone da uomo con design di teschi, stampe e scritte, jeans skinny, blazer dritti o attillati, giacca chiodo e pellicce colorate sintetiche. Nell’immagine la cantante dei No Doubt Gwen Stefani fotografata da Vogue con un outfit ispirato alla moda glam rock anni 70.

STILE RAP e HIP HOP anni 80

La moda musicale dagli anni settanta in poi determina numerosi stili e tendenze. Tra questi ricordiamo il rapper style e Hip Hop che ha come protagonista lo streetwear di chi partecipava ai block party, le feste di strada in cui giovani latinoamericani dei quartieri più poveri si incontravano e festeggiavano cantando musica rapper. Bomber, tute da ginnastica dai colori vivaci, pantaloni e maglie extralarge e oversize, sneakers dai maxi lacci colorati, cappellini da baseball, cinture con piastrine, collane a catena e anelli in oro e occhiali da sole scuri erano gli elementi che distinguevano questa moda di strada.

Tendenze Moda: stili di moda e tipi di abbigliamento dal Dandismo al No Gender
Moda rap e hip hop immagini di Pinterest stile hip hop

STILE GRUNGE fine anni 80

Nella zona di Seattle, negli USA occidentali, la musica della fine degli anni 80 e inizi anni 90 parla di droga, di disoccupazione, di povertà. Ed ecco che nasce il GRUNGE ( ricordate i Nirvana Alice in Chains e Peark Jam vero? ) caratterizzata da un look trasandato che ha come elementi distintivi camicie in flanella, jeans trasandati e rotti, calze di spugna, abiti stampati, maglie oversized, pantaloni cargo. cardigan extra large vecchi, anfibi.

E’ proprio la musica alternativa che fa nascere questa moda musicale che nel 1993, grazie allo stilista Marc Jacobs diventa grunge chic che però non ha il successo sperato perché è proprio lo chic che stona. Anche lo stile grunge apre la pista allo street style, la moda povera do strada.

Tendenze Moda: stili di moda e tipi di abbigliamento dal Dandismo al No Gender
moda grunge immagini di Pinterest stile grunge

STILE GOTICO anni 80

Negli anni ottanta la moda goth o moda dark, prende vita in tutto il mondo. Segno distintivo della moda gotica è il colore nero che rappresenta l’oscuro, erotico, il morboso.

Tendenze Moda: stili di moda e tipi di abbigliamento dal Dandismo al No Gender

Lo stile gotico prevede non solo abbigliamento nero ma anche accessori neri o con borchie croci, piercing, catene. Ad ogni modo la moda gotica si ispira al post punk e all’epoca vittoriana. Da una parte quindi abbiamo il goth’n roll che prevede elementi legati all’androginia come trucco, gonne per uomini e gessati e gilet e pantaloni di taglio maschile per le donne dall’altra parte abbiamo il Romantic Goth che si rifà alla letteratura gothica con gonne e vestiti vittoriani e corsetti., pizzi, merletti, calze a rete, stivali goth o con chiusura a laccio.

EMO SCENE anni 80/90

Il genere musicale punk rock e altri generi di musica alternativa hanno dato vita tra gli anni 80 e novanta allo stile Emo nato da questa subcultura.

Lo stile Emo detto anche Scene solitamente è associato alla moda Skate. Le ragazze usano spesso jeans stretti e aderenti, i capelli hanno spesso una lunga frangia asimmetrica e il make up è solitamente nero. Indossano tshirt con le band preferite, cinutre con borchie colorate e Vans. L’abbigliamento solitamente ha colori neri e scuri, con dettagli dai colori accesi e appariscenti, In alcuni casi viene influenzato dallo stile gotico e punk. I piercing, cinture e bracciali sono simboli degli emo oltre alla forma dei loro capelli, che hano un look personale spesso con striature coloratissime ed extensions che volumizzano al massimo la chioma asimmetrica.

Tendenze Moda: stili di moda e tipi di abbigliamento dal Dandismo al No Gender
stile Emo collage di immagini da Pinterest moda Emo

Lo STILE SKATER anni 80

negli anni 80, agli Emo si affiancano anche gli skater, che lanciano a loro volta un nuovo stile di moda streetwear. Gli abiti preferiti dagli skaters sono jeans attillati, felpe maxi con cappuccio, camice in flanella a quadri, t-shirt di gruppi musicali o loghi,scarpe in tela come Converse e Vans e cappellino.

Tendenze Moda: stili di moda e tipi di abbigliamento dal Dandismo al No Gender
Moda skater immagini da Pinterest stile Skater

LO STILE VINTAGE dal 2000

All’alba del nuovo millennio nasce anche lo stile vintage che non è da confondere con il termino vecchio. I capi vintage sono capi di abbigliamento e accessori usati fino agli anni ottanta e rimasti in condizioni ottimali tali da essere riutilizzati pari al nuovo oggi. La qualità e i tessuti di quei tempii hanno fatto prendere valore a quei capi che oggi risultano pari al nuovo. Più l’abito è datato più è ricercato. Sono ad esempio ricercatissimi gli abiti flapper degli anni ’20 e gli abiti degli anni ’50 per chi vuole ricreare uno stile più romantico.

Tendenze Moda: stili di moda e tipi di abbigliamento dal Dandismo al No Gender
moda vintage collage di immagini da Pinterest

LO STILE BOHO 2002

Lo stile Bohémien nasce nel XIX secolo sotto l’influenza di musicisti, pittori, scrittori. Con questo termine francese venivano indicato lo stile di vita di artisti scrittori, musicisti e attori europei che vivevano come incompresi, asociali distruttivi, emarginati e poveri. Il termine in sé deriva da boemo, dalla boemia dei gitani che provenivano viaggiatori e profughi dall’attuale Repubblica Ceca che indossavano abiti logori, consumati, impolverati accompagnati da un aspetto estetico poco curato.

Tendenze Moda: stili di moda e tipi di abbigliamento dal Dandismo al No Gender
stile boho immagini da Pinterest moda Boho

Questo stile Boho Chic moderno è stato influenzato dallo stile hippie degli anni 60 ed è diventato popolare grazie all’attrice Sienna Miller che al festival di Glastombury del 2004 lo aveva sfoggiato. C’è chi attribuisce questo stile anche alla modella Kate Moss che nel 2002 è stata la prima vip a dare vita al Boho Chic. Dal 2005 diventa una vera e propria tendenza. Gonne svolazzanti, stivali da cowboy, cardigan larghi, borse hobo bag, cardigan con frange gilet coperti con Pelliccia, tuniche ricamate.

STREET STYLE dal 2005

Come lo stile boho anche lo Street Style è uno stile di moda nato dopo il 2000. E’ la rivisitazione di tanti stili di moda che hanno fatto tendenza e che hanno dato vita a capi di design confortevoli mixati tra di loro da usare in contesti urbani per evidenziare non solo la figura femminile ma anche la sua personalità. Lo street style è dunque una rivisitazione di più stili che vengono miscelati tra di loro per creare abbinamenti unici e di stile e che escono dal concetto di standardizzazione. L’athleisure è la nuova forma di Urban Style che da pochi anni è diventata il must delle donne dove capi confortevoli dai tessuti high-tech  e sneakers comodissime!

Tendenze Moda: stili di moda e tipi di abbigliamento dal Dandismo al No Gender
Street Style collage di immagini da Pinterest

UNISEX, NO GENDER, FLUID GENDER 2015

Ci sono vari nomi che identificano la moda del futuro Gender free, che toglie le etichette stereotipate dei generi e di conseguenza, di moda femminile e maschile, per dare spazio a uno stile fashion fluido e senza confini. La moda fluid gender, unisex è quella che appare sulle passerelle di moda degli ultimi anni, e che già dagli anni ’70 e la contromoda ha cercato di rompere gli schemi, è quella che ha come portavoce influencers come cantanti e attori famosissimi o viene indossata con tranquillità dai vip come il cantante Jared Leto, icona di moda unisex. La moda no gender è una moda comoda, composta da tailleur pantalone, trench, giubbotti, camice colorate o decorate, pull ampi e lunghi dove la silhouette scompare o comunque passa in secondo piano perché è l’espressione di sé, senza barriere che conta e che identificano gli individui fluidi.

Tendenze Moda: stili di moda e tipi di abbigliamento dal Dandismo al No Gender
moda unisex gender fluid

Tra gli stili di moda che hanno fatto la storia e che si sono ispirati a generi musicali e movimenti sociali sociali si affiancano altri stili, come quello etnico, parigino, scandinavo, che sono ispirati a determinati paesi e continenti.

STILE ETNICO

Tendenze Moda: stili di moda e tipi di abbigliamento dal Dandismo al No Gender

Con stile etnico vengono rappresentati stili di moda unici ispirati ad altri continenti e culture e realizzati artigianalmente. i capi etnici sono solitamente rappresentati da gonne maxi, stampe geometriche, tessuti particolari accompagnati da gioielli fatti a mano in legno o con pietre naturali.

STILE PARISIENNE STILE FRANCESE

Tendenze Moda: stili di moda e tipi di abbigliamento dal Dandismo al No Gender

Tra gli stili di moda non manca il meraviglioso stile francese noto anche come stile parisienne è molto amato da chi ama vestire minimal chic. Il suo motto è LESS IS MORE. E’ uno stile molto versatile, comodo, che si adatta alla vita di tutti i giorni senza rinunciare al gusto. Lo stile garconne è alla base dello stile francese che vede come capi chiave il classico tubino nero, la maglia bianca, la camicia bianca, le magliette alla marinara i maglioni blu navy, Jeans e pantaloni skinny ma anche trench al ginocchio, blazer con taglio sartoriale e occhiali da sole accompagnati da calzature come ballerine o scarpe con tacco e come accessorio immancabile il basco.

STILE HYGGE STILE SCANDINAVO

Tendenze Moda: stili di moda e tipi di abbigliamento dal Dandismo al No Gender

Negli ultimi anni tra gli stili di moda si è fatto largo la nuova moda scandinava, entrata nella cultura occidentale per la sua particolarità. Lo stile Hygge è diventata una vera filosofia di vita moderna anche nell’abbigliamento. Le regole per questo stile di moda sono semplice: colori monocromatici bianco, beige, cachi, grigio e colori pastellati da usare su capi caldi informi, lunghi e larghi dal maglione extralarge ai pantaloni a palazzo. Calzature rigorosamente bianche come sneakers bianche oppure scarpe e stivaletti anche a punta con o senza tacco. Vietato il piumino in inverno, da preferire il cappotto morbido e lungo, Il nero è concesso purché non sia il colore principale dell’outfit.

Vi comunico che il post sugli stili di moda è in continuo aggiornamento in base alle tendenze moda che nascono e che rimangono!

Tags : #fashiontipsmodastili di modatendenzetendenze moda
AtrendyExperience

The author AtrendyExperience

A Trendy Experience è il blogmag realizzato da Angelica e Sheila, blogger, webeditor, freelance appassionate di lettura e fotografia. La nostra Mission è quella di suggerire tanti consigli e novità di tendenza!

26 commenti

  1. Che bello questo excursus tra i vari di stili che hanno determinato l’evoluzione della moda. Mi piacciono molto lo stile vintage, etnico e boho. Penso che mi rappresentino al meglio.
    Maria Domenica

  2. Un viaggio attraverso le ere della moda. Spesso non ci accorgiamo di quanti stili abbiamo attraversato, alcuni restano e altri invece si evolvono. Altri a volte ritornano, proprio come i capi vintage delle ere passate. Davvero un bell’articolo.

  3. Ciao che dire, grazie della carrellata degli stili della moda, non conoscevo assolutamente alcuni di loro mentre altri li ho adorati come il bon ton

  4. Una bella carrellata che racchiude il top degli stili degli ultimi secoli! Devo dire che oramai sono anni che adotto molto lo STREET STYLE perchè è comodo e adatto ad ogni occasione.

  5. È un articolo bellissimo! Mi sono divertita a leggerlo e ora ho una conoscenza migliore degli stili di abbigliamento che vedo intorno a me. Di alcuni non sapevo proprio che formassero una categoria di stile. Complimenti, cara, non vedo l’ora di leggere il prossimo post!

  6. Passano gli anni ma poi le mode si ripropongono magari con qualche piccolo dettaglio modificato Ma tornano sempre a riproporsi gli stili

  7. Grazie per questo bellissimo viaggio nella storia della moda.
    Nonostante siano due stili completamente diversi adoro quello parisienne e lo street style.

Leave a Response